menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Musica per Artis', corsi e luoghi per studiare e sentire la musica

Tony Pancella direttore artistico del progetto: «Mi piace occuparmi di organizzazione musicale per far succedere le cose; noi puntiamo alla musica d'insieme»

Seminari musicali, oltre alle lezioni, ma anche incontri, performances, esperienze con artisti internazionali, tutto questo sarà 'Musica per Artis', progetto a cura del Centro Artis. Si tratta di un Centro che ha lo scopo di favorire l’apprendimento dei linguaggi del jazz e della cultura musicale moderna, affidato alla direzione artistica del pianista Tony Pancella. I dettagli sono stati illustrati in conferenza stampa dall’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, dal direttore artistico Tony Pancella e dal fondatore di Artis, Bruno Leombroni.

«Mi piace occuparmi di organizzazione musicale per far succedere le cose – ha detto Pancella – questa idea è singolare perché non è una classica scuola di musica che offre un tipo di formazione musicale, noi puntiamo alla musica d'insieme e cerchiamo di ottenere questi risultati con workshop e approfondimenti importanti. La struttura ha anche un bello spazio per piccole esibizioni dove fare tante cose ed essere anche centro di aggregazione. Nel futuro vediamo anche anche corsi di strumento, questo è l'inizio di una serie di progetti che svilupperemo».

LE PROPOSTE IN BREVE

Corsi di musica d'insieme per piccole formazioni. Lezioni individuali di strumento. Workshop e master class. Corso di approfondimento per cantanti/vocalist condotto da Tony Pancella. Corso indirizzato a cantanti di jazz che vogliano apprendere elementi di armonia, fraseggio, pronuncia, interpretazione, accompagnamento pianistico. A prescindere dallo studio tecnico del canto che svolgono in altra sede, il corso pone l’attenzione sull’importanza di un lavoro svolto con un pianista quale fondamentale occasione per migliorare notevolmente il proprio bagaglio musicale.

Corso di musica d’insieme e Cultura Musicale Moderna condotto da Nino Rapicavoli. Programma del corso: “Musica pop italiana” Autori italiani del Novecento (Domenico Modugno, Umberto Bindi, Lucio Battisti, Lucio Dalla, Claudio Baglioni, Fabio Concato) – Autori classici americani (George Gershwin, Duke Ellington e Irving Berlin) – Autori brasiliani (Carlos Antonio Jobim) – Beatles – Jazz moderno da Charlie Parker a Michael Brecker – Colonne sonore da film – La professione di musicista nell’epoca moderna: discografia in studio – show televisivi – musica da film – jazz live in piccole formazioni e Big Band. Al corso possono iscriversi musicisti già in possesso di una preparazione strumentale sufficiente per poter leggere la musica.

Stage di interpretazione vocale e studio del personaggio condotto da Antonelo Angiolillo. Il Musical è una forma di spettacolo che richiede, di base, la conoscenza e la consapevolezza di tre arti: recitazione, canto e danza. In un Musical cantare una canzone vuol dire interpretarla e recitarla. Il brano cantato quindi è parte della storia, è come fosse un monologo o un dialogo messi in musica: è il pensiero e le parole di un personaggio. Spesso ci si trova anche a muoversi e a ballare durante la canzone o il recitato e questo aggiunge una difficoltà legata alla gestione del respiro. L’uso del diaframma cambia di volta in volta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento