Muore per un malore durante un controllo della polizia, aveva solo 40 anni

L'uomo si stava recando al lavoro a Città Sant'Angelo, nella zona dell'Ibisco, quando è stato fermato di notte dagli agenti della stradale lungo la circonvallazione. Si è accasciato sul sedile dell'auto, spirando poco dopo

Muore per un malore durante un controllo della polizia, aveva solo 40 anni. L'uomo si stava recando al lavoro a Città Sant'Angelo, nella zona dell'Ibisco, quando è stato fermato di notte lungo la circonvallazione. Gli agenti della stradale gli hanno chiesto patente, libretto e autocertificazione. A quel punto la vittima, mentre prendeva i documenti, ha accusato un malore per poi accasciarsi sul sedile dell'auto e spirare.

I poliziotti hanno subito allertato il 118 e si è provato a rianimare l'uomo, ma ogni tentativo è stato purtroppo vano. Il 40enne, padre di due figlie, era in regola con lo spostamento perché, come detto, stava andando al lavoro. I funerali si terranno oggi pomeriggio alle ore 15,30 nella cattedrale di San Cetteo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Marta Citriniti, studentessa del liceo Galilei di Pescara, nella nazionale italiana di dibattito regolamentato (Debate)

Torna su
IlPescara è in caricamento