Del Vecchio sui controlli ai balneatori: "Gli assessori si lavano le mani"

Sulla questione dei controlli e delle sanzioni ai balneatori di Pescara, interviene il consigliere comunale del PD Del Vecchio, che accusa gli Teodoro e Fiorilli di scaricare le responsabilità sulla vecchia amministrazione: "Gli assessori diventano agenti di Polizia"

Il consigliere comunale Enzo Del Vecchio, del PD, è intervenuto con un comunicato in merito alla questione dei controlli a carico dei balneatori di Pescara avviati dalla Giunta comunale negli ultimi giorni.

"Apprendo, con viva preoccupazione, che il Comune di Pescara ha affidato agli Assessori Teodoro e Fiorilli la qualifica di agenti di polizia giudiziaria, ed in tale veste gli stessi hanno “comminato sanzioni agli stabilimenti balneari che però, hanno tenuto a precisare, sono esclusivamente di natura amministrativa e non penale” dichiara Del Vecchio.

"A dire il vero più che rassicurare qualcuno, Teodoro e Fiorilli, hanno, come è oramai consuetudine, voluto lavarsi le mani e scaricare su altri (la precedente amministrazione) le responsabilità per gli esiti degli accertamenti sugli stabilimenti balneari, promossi da loro stessi ed in atto da parte di altro personale di polizia, che nel riscontrare violazioni minimali al ripristino dell’arenile dopo la stagione estiva hanno comportato l’applicazione di una sanzione amministrativa pari ad €. 1032." prosegue il consigliere del PD.

Del Vecchio sottolinea inoltre come il rischio maggiore in cui possono incorrere i balneatori, è quello della revoca della concessione qualora le violazioni fossero ripetute.

"Ecco spiegato, quindi, le strane esternazioni dei novelli agenti e già Assessori Teodoro e Fiorilli che annunciano istituzioni di tavoli e caminetti, come se non ce ne fossero già stati abbastanza, per sanare le ipotetiche lacune del Piano Demaniale Comunale senza, però, nessuna precisazione sui tempi che, essendo il PDM una Piano Particolareggiato del PRG, non saranno sicuramente brevi." conclude Del Vecchio

AGGIORNATO ALLE ORE 12,20 DEL 19 NOVEMBRE 2009





Confesercenti, in particolare con l'associazione dei balneatori, interviene sulla questione dei controlli avviati dal Comune e delle sanzioni a carico degli operatori pescaresi.

"Con l’inverno alle porte, il Comune invia le verifiche vessatorie sugli stabilimenti balneari. Non è normale che una città che dice di voler puntare sul turismo per il suo rilancio economico, scelga come obiettivo proprio gli stabilimenti balneari inviando ispezioni dal sapore puramente vendicativo. È chiaro che sulla nostra pelle si sta giocando una battaglia tutta interna alla giunta comunale, alla quale però diciamo un secco “no"" dichiara la Fiba.

I balneatori pescaresi ricordano come questo momento sia particolarmente drammatico e difficile per la loro categoria, stretta dalla morsa della procedura d'infrazione avviata dall'Unione Europea, e che potrebbe mettere in ginocchio l'intero settore.

"In questo momento difficile maggioranza ed opposizione dovrebbero esserci vicini per sostenere la battaglia contro la procedura Ue. Ulteriori atteggiamenti vessattori sono assurdi" conclude la Fiba/Confesercenti.

AGGIORNATO ALLE ORE 9,40 DEL 18 NOVEMBRE 2009

Sono partiti ieri una serie di controlli riguardanti eventuali illeciti ed irregolarità da parte dei balneatori pescaresi, rispetto all'attuale Piano Spiaggia.

Squadre miste composte da uomini della Polizia Municipale, Guardia di Finanza e Guardia Costiera, hanno effettuato infatti alcune verifiche presso gli stabilimenti balneari della riviera, rilevando diverse infrazioni che sono state punite con alcune multe.

Si tratta di sanzioni di tipo amministrativo e non penale.

Gli assessori Teodoro e Fiorilli hanno ricordato come, pur non condividendo l'attuale Piano Spiaggia in vigore, approvato dalla vecchia Giunta, siano stati obbligati a far eseguire i controlli e le relative sanzoni pecuniarie.

Gli stessi assessori hanno però assicurato che all'inizio del 2010 verrà aperto un apposito tavolo di trattativa e concertazione con gli operatori del settore, per modificare l'attuale Piano Demaniale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Marta Citriniti, studentessa del liceo Galilei di Pescara, nella nazionale italiana di dibattito regolamentato (Debate)

Torna su
IlPescara è in caricamento