rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Riviera Nord / Viale John Fitzgerald Kennedy

150 multe e 20 auto rimosse per la domenica al mare dei pescaresi

150 sanzioni comminate, oltre a 20 veicoli rimossi, sulla riviera nord e nelle vie adiacenti. Questo il bilancio della domenica al mare con relative multe elevate dalla polizia municipale

150 sanzioni comminate, oltre a 20 veicoli rimossi, sulla riviera nord e nelle vie adiacenti, come viale Kennedy, piazza San Francesco, via Ruggero Settimo e via Solferino, ma anche in via De Cecco e via Scarfoglio, a ridosso della riviera sud. Questo il bilancio della domenica al mare con relative multe elevate dalla polizia municipale.

Sabato sera, invece, sono state 100 le sanzioni comminate lungo il primo tratto del lungomare nord, tra la Madonnina e piazza Primo Maggio, sempre per sosta selvaggia, oltre alle 20 auto rimosse. Il Comune ricorda che sono attivi i parcheggi a pagamento sulla strada parco (non a caso ribattezzata “strada parking” dall’opposizione): per la sosta si pagano 2,50 euro per l’intera giornata.

Il provvedimento riguarda tutto l’asse compreso tra via Leopoldo Muzii e sino al confine con Montesilvano, con percorrenza a senso unico in direzione sud-nord alla velocità di 10 chilometri orari.

Ieri sono stati 900 gli automobilisti che hanno colto l’occasione al volo per lasciare la propria vettura a due passi dalla spiaggia (ed è questo ciò che in molti contestano al Comune); ha registrato il tutto esaurito anche il parcheggio dell’ex Fea, sul lungomare Matteotti, con i suoi 90 posti auto.

“Il nostro programma di governo – ha detto il vicesindaco Fiorilli – punta a incentivare, quanto più possibile, l’uso del mezzo pubblico e del mezzo comunque alternativo all’auto privata, come la bicicletta, e lo dimostrano l’istituzione di un servizio ad hoc di trasporto pubblico sulla spiaggia così come la realizzazione dei nuovi tratti di pista ciclabile in città, sul lungomare come in via Volta. Tuttavia tale politica non può comunque ignorare la necessità attuale e odierna di far fronte alla richiesta di aree di sosta proveniente soprattutto da quell’utenza che viene nelle nostre spiagge dalle zone interne della provincia, o anche da fuori regione, un’utenza che difficilmente potrebbe raggiungere Pescara in bicicletta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

150 multe e 20 auto rimosse per la domenica al mare dei pescaresi

IlPescara è in caricamento