rotate-mobile
Cronaca

Apre nel weekend, multato un parrucchiere di un centro commerciale del Pescarese

Oltre alla sanzione da 400 euro è stata imposta all'attività la chiusura per tre giorni. Ne dà notizia Confartigianato Imprese Pescara che, sottolineando come si tratti di "uno dei primi casi in Italia", annuncia iniziative legali

Ha aperto il suo salone nel weekend, e per tale ragione è stato multato. La "vittima" è un parrucchiere che lavora in un centro commerciale del Pescarese. Oltre alla sanzione da 400 euro, elevata dalla polizia locale, è stata imposta all'attività la chiusura per tre giorni, con lo stop che si è protratto fino all'8 dicembre, periodo festivo in cui il salone è stato costretto ad annullare molti appuntamenti.

Ne dà notizia Confartigianato Imprese Pescara che, sottolineando come si tratti di "uno dei primi casi in Italia", annuncia iniziative legali e ribadisce che "in assenza di chiarimenti ufficiali in merito, le attività artigiane, tra cui gli acconciatori, a differenza di quelle commerciali, anche nei centri commerciali possono rimanere aperte durante i fine settimana".

Nel verbale si evidenzia che "si svolgeva l'attività inerente ai servizi alla persona di tipo parrucchieri, all'interno del centro commerciale, non rientranti tra le attività previste nell'allegato 24 del Dpcm". Tuttavia "ciò che non è stato rilevato - afferma il direttore di Confartigianato Pescara, Fabrizio Vianale - è che si tratta di un'attività artigiana e non commerciale. Tutto questo è inaccettabile. Temevamo potesse accadere e, tra i primi casi in Italia, è successo proprio in Abruzzo".

Citando i contenuti del Dpcm del 3 dicembre, Vianale ricorda che i passaggi relativi alle chiusure "si riferiscono testualmente e in via esclusiva alle sole attività di vendita al dettaglio e non anche alle attività di servizi alla persona, tra cui acconciatori, estetiste e lavanderie, che sono attività artigiane. Appare, pertanto, chiaramente delimitato l’ambito di applicazione dei divieti relativi ai centri commerciali, che non devono essere oggetto di interpretazioni estensive, essendo disposizioni che limitano la libertà di iniziativa economica, tutelata costituzionalmente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre nel weekend, multato un parrucchiere di un centro commerciale del Pescarese

IlPescara è in caricamento