rotate-mobile
Cronaca

Multa Questore, sanzionati i vigili che parlarono con "Le Iene"

Mesi fa avevano rilasciato un'intervista alla nota trasmissione tv sul caso della multa cancellata a Passamonti. Ora sono stati sospesi dal servizio e dalla retribuzione per una decina di giorni

I tre vigili che nei mesi scorsi avevano rilasciato un'intervista alla trasmissione tv "Le Iene" sul caso della multa cancellata al questore Passamonti sono stati sanzionati con la sospensione dal servizio e dalla retribuzione per un periodo di circa 10 giorni.

Sulla questione interviene Maurizio Acerbo, ex consigliere regionale di Rifondazione Comunista, dopo che il dirigente comunuale Guido Dezio ha comunicato ai tre agenti i provvedimenti disciplinari.

"Si parla tanto di trasparenza - scrive Acerbo in una nota - e poi si puniscono dei vigili per non aver tenuto un comportamento omertoso? Ci sarebbe da ridere se non si trattasse del fatto che dei padri di famiglia subiranno una pesantissima decurtazione dello stipendio! Ma con che faccia Dezio, Maggitti etc. fanno una cosa del genere? Ma si rendono conto?".

Alla base di questa decisione nei confronti dei tre vigili c'è il fatto che "le dichiarazioni rese nell'intervista, che ha avuto un'ampia risonanza mediatica in campo nazionale, sono tali da ingenerare sfiducia nella capacità dell'Ente di operare con efficienza e trasparenza nel rispetto delle regole e in favore della collettività, influendo negativamente sulla reputazione dell'Ente".

Ora Acerbo si chiede: "Sono davvero questi tre vigili che hanno parlato con Le Iene a generare "sfiducia" tra i cittadini? Questi vigili non hanno rubato, non hanno truccato concorsi o gare d'appalto, non hanno chiesto mazzette, non sono assenteisti, non hanno tolto multe ad amici. A distanza di lungo tempo dalla vicenda vengono colpiti da provvedimenti che hanno il sapore della vendetta e che disonorano l'amministrazione. Avranno fatto fare una brutta figura al comandante, ma certo non hanno prodotto nessun danno all'Ente. Nella nostra città per questa reazione si usa l'espressione "cascietta". Qual è l'obiettivo? Fare in modo che nessuno parli per timore di provvedimenti disciplinari? E' vero che i vigili non saranno licenziati, ma per dei dipendenti comunali che non navigano certo nell'oro una sanzione del genere è assai pesante e soprattutto ingiusta".

Ricordiamo che uno dei tre agenti, Angelo Volpe, era finito al centro di un procedimento penale che lo vedeva indagato per rivelazione di segreto d'ufficio. Lo scorso maggio, però, Volpe è stato assolto perchè il fatto non sussiste.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multa Questore, sanzionati i vigili che parlarono con "Le Iene"

IlPescara è in caricamento