Cronaca

Morto a 60 anni l'editore pescarese Ubaldo Giacomucci

È stato lo storico direttore della casa editrice "Tracce". Acerbo: "Un angelo della nostra città, un poeta e un sensibile intellettuale"

È morto all'età di 60 anni Ubaldo Giacomucci, editore pescarese e storico direttore editoriale di "Tracce", casa editrice che può vantare moltissime pubblicazioni di testi prodotti da giovani autori abruzzesi. Messaggi di cordoglio sono arrivati da tanti amici, collaboratori e colleghi di Giacomucci con l'associazione editori abruzzesi che, appena ricevuta la notizia, si è unita al dolore per la scomparsa dell'intellettuale e poeta. Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione ed amico di Giacomucci, lo ricorda con un lungo post su Facebook:

Ubaldo era un angelo della nostra città, un poeta e un intellettuale di enorme sensibilità che per anni ha distribuito poesia e cultura. E' stato un editore di grande valore e pieno di passione. Ubaldo era popolare e di avanguardia.  Non a caso ci aiutò negli anni '80 a fare la rivista Spleen e in tante altre iniziative più o meno underground.

La sede delle edizioni #Tracce era nella mia via e per me la chiacchierata con Ubaldo era un'abitudine quotidiana. C'era sempre qualcosa da imparare o da raccontarsi. Negli ultimi anni ci siamo visti poco, ma ho sempre saputo che da qualche parte c'era Ubaldo all'opera. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto a 60 anni l'editore pescarese Ubaldo Giacomucci

IlPescara è in caricamento