È morto Maurizio D'Aloia, il Khru del Fight Clubbing di Pescara

Il maestro di K1, MMA e sport da combattimento è stato colpito da un'emorragia cerebrale. Sconvolti gli allievi di MMA. Aveva 43 anni

Una notizia che piomba all'improvviso mandando nello sconforto i tantissimi amici che lo hanno conosciuto e tutti gli allievi del team Fight Clubbing di Pescara. Maurizio D'Aloia, il Khru come viene definito in gergo un maestro di K1 ed MMA, è morto improvvisamente a soli 43 anni.

Funerali di Maurizio D'Aloia, ecco quando ci sarà l'ultimo saluto

Pochi giorni fa aveva accusato un forte dolore alla testa e dopo gli esami neurologici si era scoperto un ematoma al cervello, parzialmente tamponato da un intervento chirurgico. Poi un aggravamento della situazione e il coma irreversibile che lo ha portato alla morte. Lascia la moglie Paola e un figlio in tenera età. Affranti i suoi colleghi del team, da Andrea Sagi a Fabio Bindi. La famiglia ha comunicato la scelta di donare gli organi. Domani, 6 febbraio, sarà allestita la camera ardente e successivamente verranno comunicati data e luogo dei funerali.

Potrebbe interessarti

  • Kebab a Pescara: i kebbari migliori

  • Scutigera in casa: perché salvarla (e non ucciderla)?

  • È vero che il bicarbonato aiuta a dimagrire?

I più letti della settimana

  • Pescara, trovato morto in casa dai genitori: dramma a San Silvestro

  • Tragedia ad Ortona: morti annegati due fratelli di Montesilvano - FOTO -

  • Niente Jova Beach Party a Pescara: arriva il no dello staff del cantante

  • San Valentino: muore per un malore durante il pranzo di Ferragosto

  • Precipitano con la moto dalla circonvallazione e fanno un volo di 6 metri

  • Pescara, gioco fra amici rischia di trasformarsi in tragedia: indagano i carabinieri

Torna su
IlPescara è in caricamento