rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Bussi sul tirino

Bussi sul Tirino e Pescara piangono la morte del professor Mario Setta

L'uomo, protagonista della realtà culturale e sociale dell'Abruzzo, se n'è andato a 85 anni. Mattoscio: "È stato una voce autorevole del dibattito pubblico"

È morto a Sulmona Mario Setta, zio della giornalista Rai Monica Setta e protagonista della realtà culturale e sociale dell'Abruzzo. Lo piangono anche a Bussi sul Tirino, dove era nato, e a Pescara, dove la Fondazione Brigata Maiella ricorda "con orgoglio" di aver ospitato nella collana "Storia e Personaggi" il volume "Terra di Libertà. Storie di uomini e donne nell’Abruzzo della seconda guerra mondiale" (2014), da lui curato insieme a Maria Rosaria La Morgia. "Un libro molto apprezzato da studiosi, appassionati singoli lettori e soprattutto da numerose comunità scolastiche", scrive la Fondazione in una nota. 

“Con la scomparsa di Mario Setta viene meno uno dei più vivaci animatori culturali della nostra regione, nonché un fervido sostenitore delle battaglie per la conquista dei diritti civili. In genere controcorrente – ricorda il presidente Nicola Mattoscio – Setta è stato una voce autorevole del dibattito pubblico, specie nella Valle Peligna, dove ha sempre rilevato con sottile coerenza le discrasie del reale con i principi della nostra Costituzione nata dalla Resistenza, nel cui alveo Mario stesso riconosceva l’impegno della Brigata Maiella come uno dei contributi più significativi”.

Mario Setta, che lascia la compagna Franca Del Monaco (sorella del cantante Tony Del Monaco), se n'è andato a 85 anni. Aveva insegnato Storia e Filosofia al liceo scientifico "Enrico Fermi" di Sulmona ed era stato curatore della collana di memorialistica di ex prigionieri di guerra alleati in Abruzzo, pubblicata dallo stesso istituto. Ex prete, aveva poi scelto di lasciare la vita religiosa per abbracciare quella laica.

"La sua passione e la sua attività di ricerca - aggiunge la Fondazione Brigata Maiella - hanno dato vita a contributi di notevole interesse storico sul fenomeno della cosiddetta Resistenza umanitaria. È stato tra i fondatori e gli animatori più energici del Sentiero della Libertà / Freedom Trail, che da Sulmona, con l’attraversamento della Maiella, ripercorre ogni anno il percorso di salvezza e di resistenza verso il Sud dell'Italia Liberata". Cordoglio per la sua scomparsa è stato espresso anche dal sindaco di Sulmona, Gianfranco Di Piero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bussi sul Tirino e Pescara piangono la morte del professor Mario Setta

IlPescara è in caricamento