rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Montesilvano Montesilvano

Gli abusivi di via Lazio (Montesilvano) vogliono restare, secco il "no" delle amministrazioni: si sgombera

L'assessore comunale di Pescara Del Trecco e il sindaco di Montesilvano De Martinis non vogliono neanche sentir parlare di proroghe: "Chi ha diritto ha avuto già un alloggio, gli abusivi sono abusivi, nessuna proroga fino a settembre"

Può chi occupa abusivamente una casa chiedere la proroga per lo sgombero coatto? Gli inquilini che nel palazzo di via Lazio non dovrebbero starci perché nessuna casa gli è mai stata assegnata lo hanno fatto con una sorta di petizione inviata via pec alle amministrazioni di Pescare e Montesilvano: avere un alloggio provvisorio o almeno uno slittamento della procedura a settembre, questa la richiesta. Una richiesta che, però, non trova risposta se non quella di un chiaro “no” da parte dei due Comuni. “A quale titolo potremmo lasciarli in un alloggio se non hanno i requisiti per averlo?”, dichiara l'assessore comunale Isabella Del Trecco a Il Pescara. “C'è un'ordinanza urgente di sgombero firmata dal Comune di Montesilvano, nella persona del sindaco. Queste persone sono state più volte avvisate. Sanno da tempo che questo giorno sarebbe arrivato, ma forse pensavano fossero solo chiacchiere. Noi stiamo dimostrando che non è così. Sanno bene che noi le case a chi ha i requisiti le stiamo dando, se non sono stati chiamati un motivo c'è. Hanno ricevuto tutte le notifiche del caso e anche le comunicazioni in merito all'ordinanza così come i proprietari. Avvisi che sono stati anche affissi nel tempo. Gli abusivi sono abusivi”, conclude.

Che nessuna proroga ci sarà lo conferma anche il sindaco di Montesilvano Ottavio De Martisin: a giorni si procederà allo sgombero abusivo e, se ci saranno ancora persone nello stabile, anche al loro definitivo sfratto dopo di che gli appartamenti saranno murati e il Comune di Pescara, per ciò che è di sua competenza, provvederà non solo alla rimozione delle masserizie, ma anche a tutti gli interventi di messa in sicurezza che le competono per poi mettere all'asta la sua parte di proprietà. “Non ci saranno assolutamente proroghe – ribadisce De Martinis -. Si tratta di persone abusive e di una situazione che va avanti da troppo tempo. E' critica sia dal punto di vista strutturale che da quello igienico-sanitario”. Condizione quest'ultima che ha decretato il sopralluogo della Asl, è del tutto inesistente. “Il 25 dovevano lasciare gli alloggi. Chi non lo ha fatto a breve sarà sgomberato”, conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli abusivi di via Lazio (Montesilvano) vogliono restare, secco il "no" delle amministrazioni: si sgombera

IlPescara è in caricamento