menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sversamento di liquami a Montesilvano, l'assessore Aliano annuncia una querela per il segretario di Rifondazione Di Sante

L'assessore replica alle accuse mosse dal segretario provinciale di Rifondazione sugli sversamenti avvenuti ieri a seguito delle forti piogge

Dura replica dell'assessore comunale di Montesilvano Aliano al segretario provinciale di Rifondazione Di Sante in merito alla questione degli sversamenti di liquami in mare avvenuti ieri 24 agosto a causa delle forti piogge. L'assessore, infatti, rigetta al mittente le accuse fatte dal segretario in merito ai presunti comportamenti scorretti messi in atto dall'amministrazione comunale che non avrebbe nemmeno firmato le ordinanze di divieto temporaneo di balneazione come previsto dalla legge regionale, fatto peraltro smentito da Aliano che evidenzia come l'amministrazione De Martinis abbia finalmente avviato un piano serio e concreto di potenziamento e sistemazione della rete fognaria e della raccolta delle acque bianche della città dopo decenni di abbandono:

È paradossale che gli uffici tecnici dell'Ente già fortemente sofferenti a causa della carenza di personale debbano dedicare tempo e risorse a riscontrare costantemente comunicazioni, esposti e denunce inutili e/o prive di qualsiasi fondamento logico.

La rete di smaltimento delle acque meteoriche del Comune di Montesilvano, non è stata realizzata dall'amministrazione De Martinis, nè dalla precedente. La commistione tra le reti di acque bianche ed acque nere è una criticità risalente a molto tempo fa e l'amministrazione comunale, con notevole sforzo, sta rimediando con vari interventi recenti eseguiti sul territorio (vedasi ad esempio intervento effettuato in via Lazio o via Marche per la separazione delle reti acque bianche ed acque nere)

L'assessore ha aggiunto che a seguito delle forti piogge di ieri, gli impianti hanno scaricato in mare e per questo il dirigente competente Niccolò ha firmato l'ordinanza temporanea di divieto di balneazione, chiedendo all'Arta di procedere ai campionamenti per verificare la qualità delle acque. Nel precedente episodio, ribadisce Aliano, l'amministrazione ha anche provveduto alla rimozione dei fanghi e delle acque ristagnanti sollecitando l'Aca e il Consorzio di bonifica centro per avviare gli interventi per garantire la piena fruibilità delle spiagge di Montesilvano.

Al fine di tutelare l'onorabilità dell'Ente e degli uffici coinvolti che operano costantemente nel rispetto delle norme e regolamenti, è stato dato mandato all'avvocatura comunale di predisporre una querela nei confronti di Corrado Di Sante per le false accuse mosse al Comune

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Variante brasiliana in Abruzzo, Marsilio vuole vederci chiaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento