menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'ex primo ministro Romano Prodi a Montesilvano con 1.700 studenti di Azione Cattolica

L'appuntamento, al quale oltre Prodi saranno presenti 30 ospiti, è al Pala Dean Martin dall'8 al 10 marzo per la settima edizione della Scuola di formazione per studenti (Sfs 2019

L'ex presidente del consiglio e già presidente della Commissione Europea, Romano Prodi sarà a Montesilvano per l'evento "Bella domanda! Studenti che interrogano la realtà" che vedrà la partecipazione di 1.700 giovani provenienti da tutte le diocesi d'Italia.
L'appuntamento, al quale oltre Prodi saranno presenti 30 ospiti, è al Pala Dean Martin dall'8 al 10 marzo per la settima edizione della Scuola di formazione per studenti (Sfs 2019).

Prodi sarà presente alla manifestazione sabato 9 marzo alle ore 9.

Questi alcuni degli altri ospiti previsti:

  • monsignor Stefano Russo, segretario generale della Cei (domenica alle 8.30); 
  • Andrea Monda, direttore dell’Osservatore Romano (domani, venerdì 8 marzo, alle 21); 
  • Roberto Battiston, già presidente dell’Agenzia spaziale italiana (sabato 9 marzo alle 9), 
  • Marie Terese Mukamitsindo, vincitrice del premio “Imprenditore immigrato dell’anno” 2018 con la sua cooperativa Karibu.
  • Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara-Penne;
  • Gualtiero Sigismondi, assistente generale dell’Azione Cattolica e vescovo di Foligno.

E poi: 

  • 673 scuole superiori del Paese, 
  • 154 le diocesi presenti
  • 12 workshop tematici di approfondimento guidati da esperti su Dignità umana, Sfida europea, Questione ambientale.

L'evento è promosso dal Movimento Studenti di Azione Cattolica (Msac), da domani, venerdì 8 (inizio lavori ore 17) a domenica 10 marzo (fine lavori ore 13.30). Una manifestazione con cadenza triennale per tutti gli studenti delle scuole superiori d’Italia, aderenti e no all’associazione, che offre ai ragazzi la possibilità di un confronto diretto con rappresentanti della società civile e delle istituzioni su temi determinanti per il presente e il futuro del paese e del pianeta.

La sfida che sottosta al tema proposto dall’Sfs 2019 è ancora una volta mostrare il protagonismo degli studenti italiani, la loro capacità di pensare a voce alta insieme ai propri compagni di scuola e non di imparare a memoria risposte elaborate da altri. È solo dopo aver posto una “Bella domanda!” che si può davvero provare a capire la realtà e le sue infinite sfaccettature, riuscendo a mettersi in discussione e a cambiare il mondo con tutti e per tutti.

Come le migrazioni trasformano il mondo? È giusto il carcere? Si può abolire la poverta?? Europee 2019: per cosa si vota? Rimanere nell’Unione Europea serve? Meno inquinamento uguale piu? rinunce? Cambiamento climatico: fake news?: sono solo alcune delle domande che gli studenti porranno a se stessi e agli esperti presenti.

Le conclusioni dei lavori sono affidate ad Adelaide Iacobelli e Lorenzo Zardi, segretari nazionali del Msac, e all’assistente nazionale del movimento don Mario Diana. Presenti all’apertura dei lavori, venerdì 8 marzo alle 17.30, il senatore Nazario Pagano, in rappresentanza del presidente del Senato, e Matteo Truffelli, presidente nazionale dell’Azione Cattolica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento