menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Montesilvano una persona risultata positiva su 425 tamponi eseguiti con lo screening di massa

L'esecuzione dei test gratuiti andrà avanti sia oggi che nelle prossime giornate

La prima giornata dedicata a Montesilvano allo screening di massa gratuito anti Covid-19 (Coronavirus) si è conclusa con 425 tamponi eseguiti, uno solo di questi risultato positivo. 
A farlo sapere è il sindaco Ottavio De Martinis che ieri ha anche ricevuto la visita del presidente della giunta regionale, Marco Marsilio, al pala Dean Martin dove è stato allestito il centro tamponi.

Sono circa 2.900 al momento le prenotazioni effettuate attraverso il sito istituzionale del Comune dai cittadini residenti o domiciliati a Montesilvano che si sottoporrano fino al 14 gennaio ai test rapidi.

Le operazioni riprenderanno oggi pomeriggio. «Mi preme con soddisfazione sottolineare», scrive il primo cittadino, «quanto tutto si sia svolto nel pieno rispetto dei turni con assoluta assenza di code e assembramenti. Giunti per l'occasione al pala Dean Martin, sia il presidente della Regione Marco Marsilio che l’assessore regionale alla Sanità Nicoletta Veri si sono complimentati per l'impeccabile organizzazione e per la cospicua partecipazione dei cittadini all'iniziativa. Intere famiglie, al cui interno anziani ma anche bambini, ne hanno compreso l'importanza e hanno effettuato il tampone. Anch'io mi sono sottoposto al test e, vista l'importanza della prevenzione nella lotta al Covid-19, mi auguro siano tanti i cittadini a seguire il mio esempio prenotando il tampone. Rivolgo un doveroso e sentito ringraziamento a quanti hanno permesso che tutto funzionasse alla perfezione. Grazie di vero cuore al mio vicesindaco Paolo Cilli, al dirigente comunale Marco Scorrano e ai dipendenti comunali intervenuti, al mio staff e alla nostra polizia locale, ai volontari della protezione civile, della Croce Rossa e dell'Associazione Nazionale Carabinieri, al dottor Di Luzio che ha coordinato le operazioni, ai medici e a tutti i sanitari».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rustell: storia e origini degli arrosticini abruzzesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento