menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifondazione attacca l'amministrazione di Montesilvano per la sabbia sul lungomare: "Ripristinare subito la siepe" [FOTO]

A parlare è il segretario provinciale Di Sante, in merito al forte vento che ha trasportato ingenti quantitativi di sabbia anche lungo la carreggiata sul lungomare nella zona dove si svolse il Jova Beach Party

La sabbia torna ad invadere il lungomare di Montesilvano nel tratto dove si svolse il Jova Beach Party, costringendo alla chiusura al traffico e alla deviazione degli autobus. Il segretario provinciale di Rifondazione Di Sante attacca l'amministrazione comunale De Martinis, evidenziando come alla rimozione delle siepi per l'evento musicale non sia mai seguita, nonostante siano passati 18 mesi, una ripiantumazione e posizionamento di nuovi arbusti.

L’ottusità e l’arroganza di questa giunta non trovano paragoni, nonostante ormai non bastino due mani per contare gli interventi in emergenza, anche più volte nello stesso mese, per rimuovere la sabbia che puntualmente invade la carreggiata nel giornate di forte vento. Nulla è stato fatto per ripristinare quanto manomesso. La rimozione dei cordoli della pista ciclabile e i lavori di “riqualificazione” hanno ulteriormente aggravato la situazione.

Oggi, spiega Di Sante, la strada è stata chiusa per la sabbia arrivata sulla carreggiata che ha causato problemi agli automobilisti e a tutti gli utenti della strada, con deviazione del 2/ che ha lasciato a piedi molti utenti, oltre al danno ambientale per la sabbia dispersa e il danno economico per la rimozione della sabbia stessa:

Senza dimenticare che la sabbia trasportata del vento sulla carreggiata va trattata in base alle normative come un rifiuto. Le foto, i video sono eloquenti. È davvero stancante continuare a commentare questa situazione indecorosa. C’è una sola parola per sindaco e assessori: vergogna

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento