menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesilvano, rifiuti speciali non conferiti correttamente: interviene l'assessore Cilli

L'assessore Cilli interviene in merito al problema del conferimento dei rifiuti speciali derivanti da pazienti sotto cure oncologiche e di radioterapia

L'assessore comunale di Montesilvano Paolo Cilli interviene in merito alla questione del conferimento dei rifiuti speciali derivanti da cure oncologiche o pazienti che assumono iodio 131, sostanze che liberano ioni radioattivi e che rischiano di mandare in quarantena i mezzi del conferimento se non correttamente conferiti.

"Purtroppo, negli ultimi due anni si sono verificati diversi episodi che hanno visto i mezzi compattatori utilizzati nella raccolta dei rifiuti solidi urbani bloccati e posti in quarantena, proprio perché  durante le operazioni preliminari allo scarico del mezzo, in seguito a controlli radiometrici, è stata riscontrata una anomalia che ha fatto scattare l'allarme. Il mezzo dovrà stare fermo, per diversi giorni, fino  che i valori non scenderanno al di sotto dei limiti massimi di legge"

L'assessore spiega che quando il sistema di allarme radiometrico segnala la presenza di rifiuti radioattivi, scatta il protocollo di quarantena con un danno economico anche di 70 mila euro oltre all'indisponibilità del mezzo.

L’appello che lanciamo quindi è quello, come sempre, alla massima collaborazione dei cittadini, al fine di un corretto smaltimento di tali rifiuti così come viene riportato dal vademecum che viene distribuito ai pazienti dalla Asl

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento