Montesilvano Montesilvano

Montesilvano, rifiuti: Di Mattia dice no al "porta a porta spinto"

L'amministrazione comunale di Montesilvano ha deciso di revocare il bando della passata amministrazione per l'assegnazione dei servizi di igiene urbana. "Troppo costoso"

L'amministrazione comunale di Montesilvano, con il sindaco Di Mattia, ha fatto sapere di voler revocare il bando di affidamento dei servizi di igiene urbana della passata amministrazione. Troppo costoso per le tasche del Comune e poichè il sindaco non intende gravare sui cittadini, ha deciso di istituire un nuovo bando.

Il problema, fa sapere Di Mattia, è nell'implementazione del porta a porta spinto, al 100% sul territorio comunale, che creerà disagi non indifferenti viste le condizioni di gestione attuali.

"Ho chiesto agli uffici relazioni tecniche dettagliate sull’impatto del servizio di igiene urbana da cui,tra le altre cose, emerge che l’aumento del costo del servizio previsto per il 2013 non può non incidere sugli equilibri di bilancio del Comune di Montesilvano e che si andrebbe “fatalmente ad esercitare una pressione fiscale sui cittadini vessatoria e assolutamente non compatibile con l’attuale situazione di difficoltà economica del Paese”. ha fatto sapere Di Mattia che intende procedere con un nuovo bando che prevede un servizio di differenziata stadale e porta a porta per le imprese e attività commerciali in alcune zone cruciali della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesilvano, rifiuti: Di Mattia dice no al "porta a porta spinto"

IlPescara è in caricamento