rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Montesilvano Montesilvano / Via Rimini

Riattivata in via Rimini a Montesilvano la fornitura d'acqua nel palazzo dove vivono anche 3 persone con grave disabilità

Torna a scorrere l'acqua dai rubinetti dell'edificio dell'Ater dopo una riunione convocata dal sindaco Ottavio De Martinis in Comune

Il servizio di fornitura dell'acqua nella palazzina Ater di via Rimini a Montesilvano, nella quale vivono anche tre persone con grave disabilità, è stato riattivato. 
«Con urgenza abbiamo convocato l’Aca e abbiamo incontrato il direttore generale Marco Santedicola, il direttore dei lavori Mario D’Aurizio e l’addetto commerciale Alberto Di Luca. Insieme abbiamo trovato soluzioni importanti per il presente e il futuro», fa sapere il sindaco Ottavio De Martinis.

Poi il primo cittadino prosegue: «La prossima settimana i cittadini saranno convocati in Comune per siglare un accordo relativo al piano rateizzato per il rientro dal debito. I contatori saranno intestati singolarmente a ciascun condomino che pagherà direttamente l’Aca. Voglio ringraziare il direttore generale Marco Santedicola e il presidente Giovanna Brandelli per la loro disponibilità e sensibilità».

Risolta anche la problematica relativa al pagamento delle quote, le cui somme non erano mai arrivate all’Aca, che ha riguardato alcune famiglie dello stabile: «Non accadrà più che per un moroso si rischia di sospendere l'acqua a tutta la palazzina», aggiunge il sindaco, «chi non pagherà la quota spettante si vedrà sospendere la fornitura dell’acqua. Ringrazio il presidente dell’associazione Carrozzine Determinate, Claudio Ferrante, per il prezioso contributo per la risoluzione del problema».

Giuseppe Manganiello consigliere delegato alle Politiche per l’accessibilità, afferma: «Sono felice per la conclusione positiva di questa vicenda. Abbiamo lavorato con determinazione con l’Ufficio Disabili per trovare immediatamente soluzione anche per quelle famiglie che vivono una gravissima difficoltà a seguito di gravi disabilità». Questo invece aggiunge Ferrante: «Voglio sottolineare la sensibilità del sindaco De Martinis e del consigliere Manganiello che hanno saputo ascoltare le esigenze di molti cittadini anche con disabilità e sono intervenuti tempestivamente per risolvere e sistemare una vicenda anche burocratica che durava da più di dieci anni. Sono rimasto particolarmente colpito anche dalla totale disponibilità e della competenza del direttore generale dell’Aca Marco Santedicola. Sono soddisfatto della conclusione perché i cittadini quando hanno appreso l’esito positivo della vicenda hanno espresso la loro gratitudine per il Comune e per l’associazione Carrozzine Determinate».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riattivata in via Rimini a Montesilvano la fornitura d'acqua nel palazzo dove vivono anche 3 persone con grave disabilità

IlPescara è in caricamento