menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Radical Zombie" sulla casa del custode del cimitero di Montesilvano

Il camposanto diventa un luogo tutt'altro che lugubre, il titolo inquietante dell'opera trae in inganno, ma è solo una provocazione

Un dipinto che ritrae soggetti inespressivi e senza un volto ben definito, alle prese con degli smartphone che rappresentano la nuova dipendenza cronica della società moderna.
Personaggi ben vestiti e colorati, ma visti dall'autore come persone totalmente assenti, senza vita e senza anima.

L'opera, dal titolo "Radical Zombie", porta la firma di Mr. Thoms, all'anagrafe Diego Della Posta, tra i più noti street art italiani.

È stata realizzata sulla parete della casa del custode del cimitero, a Montesilvano. Il progetto di rigenerazione urbana voluto dal presidente della commissione Cultura, Alessandro Pompei, si espande anche in un luogo di culto apparentemente lugubre e che acquista una dimensione più gradevole dal punto di vista estetico.
«La location che mi è stata proposta», spiega Mr. Thoms, «si prestava  perfettamente all’idea di un mio quadro esposto al Behance Portfolio Rewiews. Il mio lavoro è sempre molto provocativo e ironico e ho approfittato di questo muro di fronte al cimitero per giocare su questa tematica, una critica cinica e ironica sulla situazione attuale, sulla forma di dipendenza cronica da smartphone, social e multimedialità».

Il messaggio che si vuole trasmettere osservando il murales è un invito a riflettere sullo stato di transizione e inebetimento dato dagli apparecchi elettronici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento