menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raccolta differenziata a Montesilvano, scontro Ruggero - Cilli

E' scontro fra l'assessore Cilli e il consigliere Ruggero in merito al dato riguardante la raccolta differenziata a Montesilvano, che si attesta appena al 24%. Cilli: "Abbiamo ereditato una situazione disastrosa"

Scontro in Comune a Montesilvano fra il consigliere Ruggero e l'assessore Cilli in merito alla raccolta differenziata in città, con il dato che si ferma al 24%.

Secondo Ruggero, la causa di questo dato estremamente negativo (la Legge prevede una soglia pari al 64%), è da attribuire al cattivo lavoro fatto dall'attuale amministrazione Maragno, che non avrebbe realizzato le isole ecologiche per i rifiuti ingombranti. "La società sta operando come può, ma soprattutto con una scarsa collaborazione da parte dell’amministrazione comunale e con l’assenza di sinergie tra l’assessore Cilli e l’ufficio manutenzioni e il comando di polizia urbana, i quali hanno stabilito orari e giorni non coerenti con i servizi di spazzamento della Tradeco. La spazzatrice infatti è costretta a passare in alcune vie sprovviste di segnalatica di divieto di sosta e di orari stabiliti per la pulizia e le vie quindi sono spesso occupate dalle auto parcheggiate ignare del servizio." ha dichiarato Ruggero che dunque difende al Tradeco, al centro di polemiche e sanzioni nelle ultime settimane per i disservizi registrati, aggiungendo che la campagna informativa con i volantini e gli incontri con i cittadini non ha sortito l'effetto voluto.

Pronta la replica dell'assessore Cilli, che attacca Ruggero in quanto le zone indicate per la realizzazione delle isole ecologiche dalla passata amministrazione sarebbero di fatto inutilizzabili. "E’ ormai molto chiaro che il lento incremento della raccolta differenziata a Montesilvano deriva esclusivamente dalla superficialità con la quale sono stati predisposti dalla precedente Amministrazione prima il bando e poi il contratto. Ruggero ha forse dimenticato che il contratto con la Tradeco è stato modificato addirittura dopo la sua sottoscrizione, operando scelte completamente illogiche. L’attività di spazzamento ad esempio è stata prevista dalle 6 alle 12 di mattina, in orari che vedono i cittadini di Montesilvano in piena attività. Non si può pensare di vietare la sosta delle auto, che intralciano le naturali operazioni di pulizia, su strade nevralgiche per il traffico cittadino quali via Vestina, via Verrotti o corso Umberto.  Il contratto presenta numerosissime carenze, sotto gli occhi di tutti" ha dichiarato l'assessore, aggiungendo che le zone scelte per le isole ecologiche sono incompatibili, come nel caso di Montesilvano Colle nei pressi dell'auditorium dove dovrebbe sorgere una scuola.Ruggero ha ricordato che in un anno di amministrazione Maragno la quota di differenziata è passata dal 10% nella gestione Di Mattia al 24% attuale, con ampi margini di miglioramento per i prossimi anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento