rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Montesilvano Montesilvano

Lutto a Montesilvano per la scomparsa del prof Giampiero Di Giacomo

Di Giacomo, professore di scuola media, è scomparso all'età di 80 anni: il funerale mercoledì 10 aprile

È morto a Montesilvano il professore Giampiero Di Giacomo.
Di Giacomo, insegnante di scuola media e allenatore di pallavolo, è venuto a mancare all'età di 80 anni. 

Lascia la moglie Concetta, i figli Renata, Mimmo e Roberta, i generi, la nuora, i nipoti Francesco, Giulia, Emanuele, Marco e Vittoria.

Numerosi i messaggi di cordoglio dedicati a Di Giacomo sui social: «Il mio Prof delle medie....Giampiero unico....Mi ha insegnato moltissimo». «Condoglianze alla famiglia grande prof». «Mi dispiace tanto, il mio professore». 

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

La camera ardente è stata allestita nella “Casa Funeraria Mambella” a Montesilvano in via Fosso Foreste. I funerali saranno celebrati mercoledì 10 aprile alle ore 16:30 nella chiesa di Sant’Antonio di Padova.

Il ricordo di Angelomarino Speziale condiviso da Concetta Di Gregorio

Quando a Montesilvano, fra quelli della mia età, si dice "Lu Prufessore", non c'è possibilità di equivoco. Giampiero Di Giacomo. Arrivò alla scuola media che facevo la seconda. Penso fosse uno dei primi incarichi dopo il diploma all'Isef. Noi eravamo ancora preadolescenti e lui era ancora giovanissimo, poco più che ventenne. Con lui, tutti i problemi che avevano sempre impedito nell'allora nostro piccolo paese di "fare", improvvisamente scomparvero. Di colpo facemmo i "Giochi della gioventù". Certo, non avevamo una pista di atletica o una buca per il salto in lungo o materassi imbottiti per quello in alto ma che importava? Su via San Francesco il Prof fece disegnare le corsie per fare le gare di corsa, nel terreno adiacente la scuola fece scavare una buca che, riempita di sabbia, permise di fare il salto sia in lungo che in alto (tanto allora mica si saltava alla Folsbury...). Che bello, che entusiasmo! Per noi erano le olimpiadi. Inoltre diedero la possibilità ai primi classificati, tra cui il sottoscritto, di accedere alle fasi provinciali e di gareggiare niente meno che allo stadio Adriatico. E la partecipazione al concorso indetto dall'ACI per la sicurezza stradale? Non ricordo più come fece ma portò molti di noi scalmanati suoi alunni, ciascuno dotato di bicicletta, presso il piazzale antistante lo stadio Adriatico per partecipare alla gimcana. Tornammo a casa carichi di premi e di felicità. E della pallavolo a Montesilvano che dire? Il Prof letteralmente se la inventò. Non esisteva palestra nè spazi all'aperto in cui giocare. Il Prof si inventò il campo nella piazzetta della farmacia di Don Peppe. Due pali di ferro sostenuti da quattro tiranti in cavo di acciaio, una rete, un pallone e tanto entusiasmo. Si giocava sull'asfalto, spesso lasciandoci alcuni etti di carne, sotto acqua e sotto vento. Il materiale veniva custodito all'interno della chiesetta e, poco prima degli allenamenti, noi giovani andavamo a montare il campo e, subito dopo il loro termine, a smontarlo. Ecco gli ingredienti che, nel corso del tempo, diedero vita allo sport che, almeno credo, ha dato più lustro alla nostra città. Questa foto (in basso) dovrebbe essere di fine anni '60, campionato di serie D, proprio nel campo della piazzetta. Avrei un milione di aneddoti, ricordi, esperienze da raccontare riguardo al Prof. Ma quale montesilvanese della mia generazione non ne ha? Tutti noi dobbiamo tanto al nostro Amico, Fratello maggiore, Professore. Per noi è stato un faro, un modello e di certo ha reso la nostra vita migliore. Grazie, Prof. A, dimenticavo: tutto quello che ha fatto lo ha fatto in maniera del tutto disinteressa, a gratis. E scusate se è poco.

squadra pallavolo professor di giacomo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto a Montesilvano per la scomparsa del prof Giampiero Di Giacomo

IlPescara è in caricamento