rotate-mobile
Montesilvano Montesilvano

Pezzi di asfalto contro la casa del consigliere Forconi a Montesilvano: "Un gesto rivolto a me, non mi fanno paura" [FOTO]

A raccontare quanto avvenuto intorno alla mezzanotte del 21 dicembre è il consigliere con delega alla sicurezza che ha già sporto denuncia: "Ritengo sia un atto intimidatorio dovuto alle attività promosse per la gestione delle case popolari. La cosa più inquietante è che quando mia suocera è uscita per il rumore, ha visto quattro persone fissarla dall'altra parte della strada"

Erano circa le 23.50 quando mentre era al computer, ha sentito un forte rumore apparsogli sin da subito “inusuale”, ma in quel momento non gli ha dato troppo peso. Non fino a quando uscendo di casa il mattino dopo per andare in Comune ha notato pezzi d'asfalto sotto le finestre e nel giardino. Solo a quel punto ha chiesto ai suoceri che abitano al piano di sopra della casa singola in cui risiede, ha scoperto quello che era successo: “all'inizio hanno cercato di sminuire, ma poi mia suocera mi ha raccontato che quando ha sentito quel rumore è uscita fuori il balcone e ha visto quattro persone dall'altra parte della strada che la fissavano. Era terrorizzata”.

Inizia così il racconto del consigliere comunale di Montesilvano con delega alla sicurezza Marco Forconi protagonista di un atto che, sottolinea più volte, non sarebbe affatto un atto di mero vandalismo. Fatta la denuncia ai carabinieri e acquisite le immagini la scoperta: “si vedevano quelle persone, tre uomini e una donna, che con un piede di porco staccano un pezzo di asfalto dall'area del distributore che si trova davanti casa. Lo hanno fatto a pezzi e poi lo hanno lanciato contro la mia casa colpendo il muro e le finestre. Ci sono dei danni, ma la cosa più inquietante è stato vedere che sono rimasti lì come se aspettassero che qualcuno si affacciasse e vedendo mia suocera, che è una donna anziana, sono rimasti a fissarla. Questa è la cosa più inquietante”.

Pezzi di asfalto lanciati contro l'abitazione del consigliere Forconi

Lui non ha dubbi sulla matrice intimidatoria del gesto. Se così fosse per Forconi le ragioni sarebbero da rintracciare nella linea dura adottata nella gestione delle case popolari. “In quattro anni ho fatto molte cose, ma nell'ultimo periodo le attività sono state tante tra gli sgomberi di via Napoli e quelli di via Lazio”, sottolinea.

Se un po' di paura c'è non è per se stesso, ma per i suoi suoceri che si sono trovati a vivere un'esperienza come questa. “Il mio dubbio resta quello che li abbia mandati qualcuno”, rimarca Forconi che si affida totalmente alle indagini dei militari. Intenzione di fermarsi dunque non ne ha. “Ho le spalle larghe. Cerco giustizia e non vendetta”.

Un grazie di cuore lo rivolge ai tanti che gli hanno espresso solidarietà e in particolare a tutta l'amministrazione di Montesilvano: dal sindaco ai singoli consiglieri. “Devo ringraziare davvero tutti, compresi gli esponenti d'opposizione. Sono rimasto davvero molto colpito dal sentimento espresso da tutta l'assise comunale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pezzi di asfalto contro la casa del consigliere Forconi a Montesilvano: "Un gesto rivolto a me, non mi fanno paura" [FOTO]

IlPescara è in caricamento