menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La proposta di Pd e M5s per lo screening di massa a Montesilvano: "Va eseguito sulla popolazione scolastica"

I consiglieri dei due partiti d'opposizione a Montesilvano chiedono che la campagna sia dedicata al mondo scolastico considerando l'aumento dei contagi fra alunni e personale

Dedicare il nuovo screening di massa in programma a Montesilvano esclusivamente al mondo scolastico, considerando l'aumento di casi registrato nelle ultime settimane fra alunni e personale. La richiesta arriva dai consiglieri comunali del Pd e del M5s che hanno inoltrato la richiesta all'amministrazione comunale. Secondo i due partiti d'opposizione, il primo screening di fatto non ha portato a risultati interessanti, con appena 5479 persone testate su una popolazione di circa 54 mila persone, con gli esiti dei tamponi rapidi che non hanno rispecchiato l'andamento dei contagi con uno 0,4% di positività che da alcuni cittadini è stato interpretato come un abbassamento della guardia.

È evidente che la campagna di screening di massa, condotta lo scorso gennaio al Pala Dean Martin, non abbia funzionato. E non ci riferiamo certo alla macchina organizzativa del servizio, che ha visto coinvolti medici, infermieri, volontari di protezione civile, croce rossa, associazione nazionale carabinieri e dipendenti comunali del Coc e la dirigenza tecnica dell’Amministrazione, quanto più alla sua efficacia in termini di tracciamento dei cittadini.

I consiglieri evidenziano come la situazione ora sia delicata, con l'ospedale di Pescara saturo e diverse varianti del virus in circolazione che fanno temere un possibile ulteriore aumento dei contagi.

Vorremmo evitare ciò che si è verificato ieri presso l’istituto omnicomprensivo Silone, in cui diversi casi di positività, hanno comportato la chiusura della scuola, a garanzia degli studenti e delle loro famiglie. Una decisione improvvisa che è stata raccordata tra Asl e dirigenza scolastica, escludendo il sindaco.

Pd e M5s chiedono inoltre che il sindaco attivi subito un tavolo permanente con i dirigenti scolastici per monitorare la situazione e intervenire preventivamente prima dello scoppio di nuovi focolai, alternando la didattica in presenza a quella a distanza garantendo la dad a tutti.

Bene dunque che il vicesindaco, si sia preso oggi l’impegno di avviare questa richiesta ad Asl e Regione, visto che, a quanto pare la richiesta che avevamo avanzato la scorsa settimana è rimasta disattesa, avendo l’amministrazione provveduto venerdì scorso alla sola  richiesta di attivazione di due linee di screening presso il Pala Dean Martin per le scuole (che non è certo la soluzione a cui facevamo riferimento). È evidente che, con l’implementazione a suo tempo della proposta da noi prospettata, quanto accaduto oggi si sarebbe potuto evitare.

Infine, occorre per i consiglieri d'opposizione potenziare la comunicazione costante con la cittadinanza, utilizzando magari i tabelloni luminosi per questo scopo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento