rotate-mobile
Montesilvano Montesilvano

L'Ater replica al candidato sindaco di Montesilvano D'Addazio: "In via Rimini nessuna violazione alla par condicio"

L'Azienda territoriale rispedisce al mittente le accuse sottolineando il suo ruolo di ente terzo ribadendo che comunque la legge non sarebbe stata affatto violata perché le istituzioni a eventi simili possono partecipare. Ciò che "stupisce", incalza è “l'interruzione grossolana e esagitata” di D'Addazio a un evento che vede protagonisti gli studenti dell'università

Nessuna violazione della par condicio, ma al contrario informazioni errate quelle diffuse con una “interruzione grossolana e esagitata” della presentazione da parte di chi solleva critiche.

Non si è fatta attendere la replica dell'Ater (Azienda territoriale edilizia residenziale) Pescara alla polemica sollevata dal candidato sindaco del centrosinistra Fabrizio D'Addazio e la candidata del Pd Manuela Natale in merito alle locandine per la presentazione dei progetti di riqualificazione delle case Ater di via Rimini realizzati dagli studenti del dipartimento di Architettura dell'università d'Annunzio. Polemica sollevata per la presenza del nome del candidato sindaco e sindaco uscente del centrodestra Ottavio De Martinis all'evento di presentazione con tanto di richiesta fatta al deputato del Pd Luciano D'Alfonso perché sulla questione interroghi il ministro dell'Istruzione.

“L'Ater di Pescara è un ente pubblico economico deputato per legge alla gestione del patrimonio di edilizia pubblica residenziale nel territorio provinciale pescarese ed è chiamato a operare per garantire la funzionalità di un ingente patrimonio edilizio destinato al contenimento del disagio abitativo delle fasce deboli della popolazione”, ribatte quindi il direttore dell'Ater Mario Lattanzio.

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

Se c'è qualcosa che “stupisce”, incalza, è proprio l'arrivo del comitato elettorale mobile di D'Addazio all'evento di presentazione di “Urban Relive”. Un progetto di riqualificazione del quartiere “portato avanti dall'Ater stessa, in qualità di ente proprietario dei fabbricati – precisa -, dal dipartimento di Architettura dell’università d’Annunzio e nel caso di specie dal Comune di Montesilvano”, con quello stupore che si è manifestato “allorquando candidati di una lista avversaria all’odierna amministrazione comunale hanno interrotto in maniera grossolana ed esagitata l’attività di illustrazione dello studio condotto dagli studenti dell’università, denunciando una presunta violazione della normativa in materia di par condicio elettorale”.

“In realtà invece di dare ai media informazioni errate per fare propaganda elettorale, alcuni esponenti politici, dovrebbero prima informarsi sulle attività in corso già avviate come nello specifico sulla 'Convenzione scientifica e di ricerca sui temi dell’edilizia residenziale pubblica' sottoscritta tra l’Ater e l’università e poi, singolarmente, con i Comuni di Pescara, Montesilvano e Spoltore (in quest’ultimo in corso di sottoscrizione), avente a oggetto proprio progetti e studi sulla rigenerazione urbana e architettonica del patrimonio immobiliare pubblico nelle tre città, per una visione condivisa sul tema dell’abitare pubblico nella nuova configurazione di fusione amministrativa dei tre Comuni”, continua Lattanzio.

“Il progetto di riqualificazione di Via Rimini a Montesilvano è stato avviato da tempo e la circostanza che gli esiti di questo studio, condotto dagli studenti universitari, sia stato presentato nel corso della campagna elettorale non autorizza alcuno a tacciare quell’evento come una violazione della Legge numero 28/2000 (par condicio), giacché la norma, avente a oggetto la parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali, non vieta la partecipazione dei rappresentanti delle istituzioni, che siano anche candidati, alle iniziative di comunicazione promosse da altri soggetti, soprattutto, si ribadisce – conclude il direttore dell'Ater -, come nel caso di specie, laddove l’attività in concreto svolta dagli studenti universitari lì a via Rimini era la presentazione di uno studio architettonico sul quartiere sulla base di una convenzione tra ente gestore, Università e Comuni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ater replica al candidato sindaco di Montesilvano D'Addazio: "In via Rimini nessuna violazione alla par condicio"

IlPescara è in caricamento