rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Montesilvano Montesilvano

"Nessuno cancellerà mai il tuo nome", una canzone provocatoria contro la Grande Pescara

Iniziativa a sostegno del progetto "Angelica Amiche per la Vita". Il brano, interpretato dal sindaco Ottavio De Martinis e dall'assessore Deborah Comardi, è un omaggio alla città di Montesilvano

Un testo breve, semplice ma di forte impatto, che contiene un pezzo di storia di Montesilvano e vuole rivendicarne l'identità, destinata a non essere mai cancellata. L'autore è l'attuale sindaco della città, Ottavio De Martinis, mentre la parte musicale è stata curata da Simone Pavone, con gli arrangiamenti di Flavio De Carolis. Il brano si intitola "Per sempre tu (nessuno cancellerà mai il tuo nome") e a cantarlo è lo stesso primo cittadino, in coppia con l'assessore Deborah Comardi - che d'altronde, con il nome d'arte di "Deborah Colan", vanta un passato da cantante - e il coro formato da alcuni componenti dell'amministrazione comunale.

Il videoclip, prodotto da Francesco Beaver, inizia a circolare in Rete e rientra nelle iniziative a sostegno del progetto "Angelica Amiche per la Vita" che prenderà corpo non appena terminerà la pandemia. La canzone è un omaggio a Montesilvano, raccontata in note attraverso una serie di ricordi. Ma c'è anche una strofa dove il messaggio subliminale è diretto verso la fusione dei comuni per la costituzione della Grande Pescara che, di fatto, assorbirà Montesilvano nell'area metropolitana. Da qui il titolo provocatorio che invoca alla forte appartenenza identitaria permanente.

"Il testo è composto da un ritornello e tre strofe - dichiara il sindaco - Si parla della Montesilvano vissuta dalla mia generazione con il ricordo della colonia Stella Maris, che ospitava i bambini e dell’Arena dei Fiori, cinema all’aperto dove andavo con gli amici. La terza strofa ripercorre la storia di tanti montesilvanesi che partirono con la valigia di cartone in cerca di fortuna e inseguendo i propri sogni con un chiaro riferimento al barbiere Gaetano Crocetti e al figlio Dean Martin".

Poi De Martinis aggiunge: "C’è un cenno al museo del Treno e ai bombardamenti avvenuti alla stazione. Nella parte cantata dall’assessore Comardi si parla anche della croce di legno sul Colle della Vecchia, del Mulino sulla foce del Saline, della spiaggia e della città vista dagli scogli. C’è chiaramente un messaggio contro il progetto di fusione per la nascita della Nuova Pescara, rivolto a chi vorrebbe cancellare il nome di Montesilvano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nessuno cancellerà mai il tuo nome", una canzone provocatoria contro la Grande Pescara

IlPescara è in caricamento