Montesilvano Montesilvano

Montesilvano volontari: botta e risposta fra Musa e il sindaco Di Mattia

Continuano i battibecchi tra il Sindaco Attilio di Mattia e la consigliera Manola Musa per quanto concerne l'elenco dei volontari

L'opposizione accusa il Sindaco di aver stilato questi elenchi di professionisti "volontari" che presteranno consulenze al comune. Per l'opposizione questo non è un allento di "volontari" ma un vero e proprio "staff" politico che non ha diritto ad intervenire in quanto non democraticamente eletto.

Il Sindaco Di Mattia risponde alle accuse dicendo che si tratta soltanto di strumentalizzazioni e che l'elenco è formato solo da volontari professionisti.

Ma l'opposizione continua ad opporsi citando questa volta i primi atti stilati dal comune. Il Sindaco allora si difende: “Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire! Ai quesiti che mi rivolge l’ex assessore Musa ho già risposto con un atto preciso, ampiamente comunicato nei giorni scorsi: l’istituzione di un elenco in cui, liberamente ed accettate determinate condizioni, chi vuole può chiedere l’iscrizione per offrire, quando e se richiesto, le proprie competenze gratuitamente all’amministrazione comunale. Punto. Non si tratta, dunque, di staff o di personale a supporto degli uffici, equivoco  già superato con la rettifica dei primi atti, per cui le persone che hanno espresso la volontà di contribuire all’attività amministrativa potranno iscriversi nell’elenco".

Il Sindaco ha lasciato quindi intendere che non si tratta  di uno staff politico creato per "accontentare" chi lo ha sostenuto nella campagna, come qualche consigliere dell'opposizione ha lasciato intendere, ma di un "elenco libero di volontari a cui chiunque può iscriversi".

L'iniziativa consente quindi ai cittadini di prestare le proprie competenze a servizio della comunità e tutto cista riscuotendo un grande successo tra i cittadini.


Il Sindaco ha quindi concluso: "Ritengo che la volontà politica di far finta di non sentire e di voler insinuare dubbi strumentali  sul nostro operato sia soltanto un ulteriore danno alla collettività di cui, però, i promotori dovranno accollarsi le responsabilità. Mi auguro che in loro vi sia un momento di riflessione e di maturità e che impegnino il loro tempo non per tentare in ogni modo di discreditare il nostro operato, ma per recuperare un rapporto franco con la gente che loro per primi hanno contribuito a rovinare"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesilvano volontari: botta e risposta fra Musa e il sindaco Di Mattia

IlPescara è in caricamento