menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesilvano: sequestrati beni per 300.000 euro a famiglia rom

Sequestrati beni immobili (un intero piano di una villa), e mobili (tre autovetture di lusso ed un motociclo), a due persone di etnia rom appartentemente nullatenenti, sospettate di diversi reati fra cui usura, estorsione e spaccio di droga

orreiMaxi sequestro, questa mattina all'alba, di beni mobili ed immobili di proprietà di una famiglia di etnia rom di Montesilvano.

L'operazione, condotta dalla Guardia di Finanza, dalla Polizia e dai Carabinieri, riguarda in particolare un intero piano di una villa di Montesilvano, tre autovetture ed un motociclo, per un valore complessivo che supera i 300.000 euro. I provvedimenti sono stati emessi nei confronti di due persone di etnia rom, appartenenti alla stessa famiglia, in apparenza nullatenenti.

Grazie però alle indagini condotte dai Carabinieri di Montesilvano, in stretta collaborazione con la Guardia di Finanza, è stato accertato che i i due individui in realtà erano i veri proprietari dei beni confiscati, sospettati di vari reati, fra cui usura, estorsione, reati contro la persona e traffico di stupefacenti. Fra gli episodi contestati, anche minacce ed usura ai danni di un residente di Cappelle Sul Tavo.

La villa posta sotto sequestro da parte delle Forze dell'Ordine si trova in via L'Aquila a Montesilvano. Il piano inferiore, in particolare, era già stato sequestrato precedentemente. I beni sequestrati stamane si aggiungono a quelli già confiscati ad altre famiglie nomadi, a partire dall'ottobre 2007, fino al marzo 2009, per un valore complessivo di circa 6,2 milioni di euro.
Si tratta soprattuto di contanti, ville, terreni, ed autovetture.

Sono state inoltre richieste 2 misure di prevenzione della sorveglianza speciale, per un massimo di 5 anni, che si aggiungono alle 58 già precedentemente ottenute.

Il Prefetto Orrei si è complimentato per l'operazione e soprattutto per la proficua collaborazione fra le varie Forze dell'Ordine, ed ha auspicato che tali interventi possano proseguire incessantemente, al fine di colpire i profitti illeciti della criminalità.

Anche il Questore Passamonti ha sottolineato l'importanza della collaborazione fra le Forze dell'Ordine.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento