menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesilvano, arrestati gli autori della rapina alla Banca dell'Adriatico

I Carabinieri di Montesilvano, in collaborazione con quelli di Giulianova, hanno arrestato i due rapinatori che, ieri mattina, hanno messo a segno un colpo nella filiale della Banca dell'Adriatico di Corso Umberto. Si tratta di Enrico Di Michele e D'Innocenzo Enzo, entrambi pregiudicati di Giulianova

I Carabinieri di Montesilvano hanno arrestato i due responsabili della rapina avvenuta ieri alle ore 12 presso la filiale della Banca dell'Adriatico di Corso Umberto.

Si tratta di D'Innocenzo Enzo, 52 anni, pregiudicato, e di Di Michele Enrico, 36 anni, anche lui di Giulianova, pregiudicato.

I militari sono riusciti a rintracciare i due rapinatori grazie alla segnalazione di un cliente della banca, presente al momento della rapina, che ha seguito per qualche istante i due rapinatori fuori dalla banca, mentre si allontanavano a bordo di un'autovettura, successivamente identificata come una Fiat Punto bordeaux. L'uomo era anche riuscito a segnare parte del numero di targa, un particolare fondamentale che ha permesso subito di avviare le ricerche.

Nel frattempo, i Carabinieri hanno avviato un'intensa attività di pattugliamento nella zona, rintracciando fra Silvi Marina e Città Sant'Angelo un uomo che passeggiava con fare sospetto nella zona. Alla vista dei militari, che gli hanno chiesto di identificarsi, è apparso subito nervoso dichiarando di aver subito il furto della propria auto.

I militari però hanno deciso di portarlo in caserma per perquisirlo, scoprendo che l'auto descritta dall'uomo era molto simile a quella utilizzata per la rapina. Addosso gli hanno anche trovato circa tremila euro in banconote da 50 euro, ed a quel punto si è capito che si trattava effettivamente di uno dei rapinatori, ovvero di Enzo D'Innocenzo.

Controllando anche i tabulati telefonici, i carabinieri hanno scoperto che l'uomo frequentava Di Michele Enrico, 36 anni, pregiudicato e compatibile con la descrizione fisica fornita dai testimoni della rapina.

In collaborazione con i militari di Giulianova, i carabinieri di Montesilvano hanno così avviato le ricerche nella cittadina costiera del teramano, fino a quando, nel tardo pomeriggio, è stato rintracciato ed arrestato all'interno di un'abitazione di proprietà della fidanzata.

L'altra parte del denaro rubato non è stata ritrovata, ma i militari hanno rinvenuto un giubbotto identico a quello indossato da uno degli autori del colpo. Successivamente, gli stessi testimoni della rapina hanno riconosciuto l'uomo grazie alle foto segnaletiche.

I due si trovano attualmente rinchiusi nel carcere di Teramo e Pescara a disposizione delle autorità.

AGGIORNATO ALLE ORE 13, 10 DEL 27 GENNAIO 2009


Rapina nella tarda mattinata di ieri a Montesilvano, nella fililale della Banca dell'Adriatico, lungo Corso Umberto.

Due malviventi, a viso coperto ed armati di cacciavite, sono entrati nella banca ed hanno minacciato i presenti, chiedendo di ricevere tutto il denaro in cassa.

Una volta ottenuto il bottino, circa 8 mila euro, sono fuggiti a bordo di un'auto, che alcuni testimoni hanno riconosciuto come una Fiat Uno bordeaux.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Montesilvano coordinati dal capitano Marinelli, che si sono subito messi sulle tracce dei rapinatori grazie alle testimonianze dei presenti.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento