menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesilvano: maresciallo sventa una truffa on line

Un maresciallo dei Carabinieri di Montesilvano aveva intenzione di acquistare un auto dopo aver visto un'allettante inserzione sul web. Dopo aver contattato il venditore, però, ha scoperto la potenziale truffa. I militari indagano per cercare di identificarlo

Aveva notato un'offerta molto allettante sul web, per quanto riguarda l'acquisto di un'automobile.

Il prezzo era nettamente più basso rispetto alle quotazioni attuali, e per questo un maresciallo dei Carabinieri di Montesilvano aveva contattato il potenziale venditore via email.

Poco ha ricevuto la risposta: il venditore affermava di aver lasciato l'Italia e che l'auto si trovava a Pavia.

Era disposto ad incontrarlo lì per effettuare lo scambio. Prima, però, il maresciallo avrebbe dovuto versare una caparra tramite Western Union, un sistema di pagamento internazionale, che sarebbe stato incassato dallo stesso venditore.

A quel punto, il militare si è insospettito ed è andato a fondo sulla questione. Ha infatti scoperto che probabilmente si trattava di una truffa, un metodo già collaudato da tempo per ottenere denaro facilmente. Al venditore, infatti, sarebbe bastato usare un documento falso per ritirare il denaro e sparire.

Ora i Carabinieri hanno avviato un'indagine, ricordando a tutti di diffidare di offerte molto allettanti sul web, soprattutto quando si hanno a disposizione poche garanzie riguardo la fonte della compravendita.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento