menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesilvano, bimba picchiata dall'assistente domiciliare

Una brutta storia, dai contorni raccapriccianti e non del tutto chiari. Vittima di lesioni e maltrattamenti è una bimba di 6 anni e mezzo, ripetutamente percossa da un'assistente domiciliare

Una brutta storia, dai contorni raccapriccianti e non del tutto chiari. Vittima di lesioni e maltrattamenti è una bimba di 6 anni e mezzo, ripetutamente percossa da un'assistente domiciliare. La piccola soffre di disturbi da iperattività e deficit dell'attenzione (ADHD) e deve essere seguita costantemente.

Per questo, in alcune ore del pomeriggio, in assenza dei genitori, il Comune di Montesilvano ha dato incarico ai servizi sociali di occuparsi della situazione affidando il compito a una figura professionale in servizio presso una cooperativa assistenziale. Sin dal mese di febbraio scorso la mamma aveva notato alcuni segni di abrasione e lividi sul corpo della figlia, pensando fossero le conseguenze dell'irrequietezza, sintomo legato alla condizione psicofisica della bambina.

Ma pochi giorni fa si è accorta che l'avambraccio sinistro era gonfio e immobilizzato e sulla fronte erano evidenti i segni di un trauma contusivo. Poco dopo, l'amara verità viene a galla grazie alla testimonianza di un giovane vicino di casa, che dal balcone prospicente il giardino condominiale ha assistito alle scene di violenza.

Un breve ma fondamentale documento video, filmato con il telefonino, mostra infatti l'assistente sociale scagliarsi con brutalità sulla piccola indifesa fino a spingerla con forza sul cancello di recinzione. Ora della vicenda si sta occupando l'avvocato Liborio Romito, che ha già presentato denuncia alla Procura della Repubblica per "lesioni volontarie e maltrattamenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento