Martedì, 19 Ottobre 2021
Montesilvano Montesilvano

Migranti e degrado urbano, Maragno incontra i cittadini

Al Parco Orione il sindaco di Montesilvano ha ascoltato le preoccupazioni dei residenti sul nuovo sistema di accoglienza dei profughi. Segnalazioni riguardanti anche il verde pubblico, trascurato in alcuni punti della città

Argomenti molto delicati che hanno avuto bisogno di approfondimenti e delucidazioni. Queste le ragioni per cui alcuni cittadini hanno chiesto di incontrare al Parco Orione il sindaco di Montesilvano, Francesco Maragno, per conoscere tutti gli aspetti riguardanti lo SPRAR che, a quanto pare, non gode di unanimi consensi.

Diversi punti sono stati chiariti e molti interrogativi scongiurati, a partire dal Centro Sportivo Trisi che non è stato scelto come luogo di accoglienza dei migranti. Con questo nuovo sistema di protezione dei rifugiati e richiedenti asilo si avrà una rendicontazione finanziaria più chiara e trasparente imposta a tutti gli attori che gestiranno il denaro pubblico proveniente dalle casse dello Stato, oltre al fatto che il numero dei migranti si ridurrà a 161 unità rispetto agli oltre 300 tutt'ora presenti sul territorio.

Illustrati ai cittadini anche i progetti di orientamento e di integrazione affidati ad associazioni e cooperative sociali. Il colloquio ha poi avuto una divagazione sul tema principale e si è concentrato sul degrado urbano, con particolare riferimento verso alcuni parchi pubblici e su via San Pio da Pietrelcina, invasa spesso da sacchi di rifiuti abbandonati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti e degrado urbano, Maragno incontra i cittadini

IlPescara è in caricamento