menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Guardia Costiera, operazione "Mare sicuro": maxi sequestro di 280 kg di cozze

Il prodotto ittico, pescato illegalmente da due uomini della zona, era detenuto all'interno di due auto private, senza alcun sistema di refrigerazione, suddiviso in 28 sacchetti pronti per la commercializzazione, privo di qualsiasi documento di tracciabilità

Nella giornata odierna i militari della Guardia Costiera di Montesilvano e Pescara, impegnati nell’attività di pattugliamento nell’ambito dell’operazione “Mare sicuro”, hanno proceduto al sequestro di ben 280 chilogrammi di cozze a seguito di una segnalazione ricevuta dai Carabinieri.

Il prodotto ittico, pescato illegalmente da due uomini della zona, era detenuto all’interno di due auto private, senza alcun sistema di refrigerazione, suddiviso in 28 sacchetti pronti per la commercializzazione, privo di qualsiasi documento di tracciabilità che ne attestasse la provenienza.

Per questa ragione i militari hanno proceduto all’elevazione di due verbali amministrativi, per un totale di tremila euro, nei confronti dei due, mentre il pescato, considerato inidoneo al consumo umano da parte del veterinario dell’ASL di Pescara intervenuto sul posto, è stato sequestrato e reimmesso in mare.

La Guardia Costiera rammenta l’importanza della documentazione attestante la tracciabilità dei prodotti ittici, a tutela del consumatore.

In particolare, nel caso specifico dei molluschi bivalvi che notoriamente si nutrono filtrando le acque del mare, la documentazione relativa alla tracciabilità assicura che gli stessi provengano da zone testate dai competenti Uffici Veterinari dell’ASL.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento