rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Montesilvano Montesilvano / Via Vestina

Parla uno degli automobilisti della rissa in strada in via Vestina: ecco la sua versione dei fatti

Si tratta di uno degli automobilisti del violento diverbio avvenuto il 1 febbraio scorso a Montesilvano

Le indagini sono ancora in corso e si dovrà attendere l'esito finale da parte dei carabinieri per stabilire l'esatta dinamica dei fatti. Nel frattempo, uno dei protagonisti della scazzottata tra automobilisti in via Vestina avvenuta lo scorso 1 febbraio a Montesilvano si è esposto pubblicamente raccontando la sua personale versione che dovrà essere in ogni caso attentamente verificata.

"A seguito di un alterco per questioni di viabilità, sono stato affrontato da tre individui dell'est Europa scesi da un furgone con fare minaccioso. Uno di loro ha provato ad aggredirmi con un coltello tipo militare che nascondeva sotto la giacca.

Grazie alla mia ventennale esperienza nel ramo della sicurezza notturna, sono riuscito a disarmarlo schivando ogni fendente e colpendolo con pugni al volto fino a farlo cadere a terra. Successivamente, preso dalla rabbia, ho raccolto da terra il corpo contundente e l'ho conficcato con forza nel cofano anteriore. Tutto quanto da me dichiarato è stato trascritto nella querela presentata in caserma"

Una vicenda che ha ancora dei lati oscuri ma che, fortunatamente, si è conclusa senza un tragico epilogo.

VIOLENTA LITE PER UN DIVERBIO STRADALE A MONTESILVANO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parla uno degli automobilisti della rissa in strada in via Vestina: ecco la sua versione dei fatti

IlPescara è in caricamento