Martedì, 16 Luglio 2024
Montesilvano Montesilvano

Montesilvano prima città in Abruzzo ad approvare le nuove linee guida per la tutela dei minori

Il consiglio d’amministrazione dell’Azienda speciale per i servizi sociali del Comune di Montesilvano ha approvato le linee guida che prevedono un rafforzamento delle figure professionali che scenderanno in campo per la tutela dei minori

Il consiglio d'amministrazione dell'Azienda speciale di Montesilvano, ha approvato le linee guida e le procedure di servizio sociale professionale per la tutela dei minori, che prevedono un rafforzamento del servizio con l'incremento di figure professionali come assistente sociale, psicologo ed educatore. Il documento è unico tra i Comuni abruzzesi ed anche in Italia. Lo ha fatto sapere la presidente dell'Azienda speciale Sandra Santavenere aggiungendo che la leffe di riforma della giustizia civile (legge Cartabbia) riguarda anche la tutela dei diritti della persona, dei minorenni e delle famiglie segnando l'inizio di una nuova epoca in cui tutti i procedimenti relativi avranno un unico rito e le competenze saranno concentrate davanti a un unico giudice specializzato e prossimo

Quindi, la tutela dei minori e il sostegno alle famiglie diventano una priorità nelle strategie sociali dell'Azienda spesciale del Comune di Montesilvano. L'approccio multidisciplinare sociale, educativo e psicologico è la sola strada da percorrere affinché possa dare un'efficace risposta ai bisogni “complessivi” espressi dalle famiglie stesse. 

Il lavoro svolto rappresenta una sintesi di norme vigenti, principi, metodologie e prassi professionali come: protocollo operativo tutela minorile tra tribunale per i minori dell0Aquila e ordine assistenti sociali della Regione Abruzzo e Ambiti territoriali; indicazioni e criteri operativi per gli assistenti sociali nelle azioni di protezione, tutela e cura delle relazioni in età evolutiva del Consiglio nazionale dell'ordine degli assistenti sociali; processi di sostegno e tutela dei minorenni e delle loro famiglie del Consiglio nazionale dell'ordine degli assistenti sociali; procedura relativa alla presa in carico dei/delle minori stranieri non accompagnati presenti nella regione Abruzzo; vademecum dei rapporti tra i tutori volontari e le comunità di accoglienza di minori stranieri non accompagnati della Regione Abruzzo.

“Siamo orgogliosi di aver prodotto un documento di così tale rilevanza. La volontà è quella di valorizzare la famiglia come risorsa, riconoscendo le procedure a “tutela dei minori” come azioni che sostengono la famiglia nei compiti di cura e nelle responsabilità educative. L’obiettivo è quello di fornire uno strumento metodologico e operativo che possa facilitare il lavoro dei professionisti ed esperti a migliorare e qualificare sempre più le azioni di tutela, promuovere l'utilizzo di strumenti e prassi di intervento omogenei, rendere maggiormente efficace la collaborazione tra i diversi attori istituzionali. Ringrazio il direttore Eros Donatelli e tutta l’equipe che ha lavorato alla stesura di questo importante documento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesilvano prima città in Abruzzo ad approvare le nuove linee guida per la tutela dei minori
IlPescara è in caricamento