Venerdì, 19 Luglio 2024
Montesilvano Montesilvano

A Montesilvano Lega furiosa per l'esclusione dalla giunta: "Grave atto di arroganza del sindaco De Martinis"

Il segretario provinciale della Lega, Emanuele Evangelista, quello cittadino di Montesilvano, Anthony Aliano e il consigliere comunale Ernesto De Vincentiis attaccano il sindaco De Martinis per le scelte fatte in merito agli assessori comunali

Duro attacco degli esponenti locali della Lega al sindaco Ottavio De Martinis, per aver deciso di escludere il Carroccio dall'esecutivo comunale. Il primo cittadino infatti ha firmato le nomine dei nuovi assessori di giunta, dove non è stato inserito alcun membro della Lega. A parlare sono il segretario provinciale della Lega, Emanuele Evangelista, quello cittadino di Montesilvano, Anthony Aliano e il consigliere comunale Ernesto De Vincentiis:

“Purtroppo siamo costretti a constatare che la coalizione di centrodestra esiste ed è unita solo all'apparenza e soprattutto quando fa comodo. E oggi evidentemente non lo fa più. Lasciare fuori la Lega dalla giunta comunale di Montesilvano è un grave atto di arroganza, che sarà oggetto di valutazione. La Lega  ha sempre ascoltato, rispettato e tenuto in considerazione gli alleati, anche quando non avevano i numeri per governare. E lo ha fatto per quelle regole non scritte di buonsenso, su cui i partiti del centrodestra hanno dall'inizio basato i loro rapporti. Lo stesso rispetto e lo stesso trattamento non ci sono però ora per la Lega. Di colpo, non esistono più regole di buonsenso, spirito di coalizione, partecipazione nelle scelte e questo è gravissimo. Su quanto accaduto a Montesilvano, nei prossimi giorni, - proseguono Evangelista, Aliano e De Vincentiis - faremo le dovute analisi con gli altri dirigenti del partito. Intanto aspettiamo di conoscere l’intero quadro amministrativo e, quindi, in che modo Fratelli d’Italia, Forza Italia e la lista civica Montesilvano Sceglie intendono governare da soli la città. Di sicuro, visto che la Lega è stata esclusa da ogni tipo di discussione e decisione, faremo un controllo serrato su tutti gli atti che saranno prodotti."

Gli esponenti locali leghisti concludono:

"Di volta in volta, si valuterà il da farsi rispetto a ciò che verrà determinato. Lasciare fuori la Lega dalla giunta, ribadiamo, è una scelta grave e ingiustificabile, un atto di arroganza, proprio per il mancato rispetto di quelle norme di buonsenso, che hanno sempre regolato i rapporti nel centrodestra. Un atto, peraltro, che non fa bene alla coalizione che sta governando unita la Regione Abruzzo e che si appresta di nuovo, grazie alla Lega, determinante nella vittoria al primo turno del sindaco Masci, a governare la città di Pescara. Per questo, riteniamo che sia necessario un confronto urgente con gli alleati sul tavolo regionale per verificare se la coalizione ha interesse a governare con la Lega a Montesilvano, così come nel resto della regione. “Verso i nostri alleati - sottolinea De Vincentiis - abbiamo sempre mostrato grande correttezza. Quella stessa correttezza che non c'è ora nei nostri riguardi. Forse non ci si ricorda più che è grazie alla Lega se qualcuno 5 anni fa è diventato sindaco per poi oggi essere riconfermato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Montesilvano Lega furiosa per l'esclusione dalla giunta: "Grave atto di arroganza del sindaco De Martinis"
IlPescara è in caricamento