rotate-mobile
Montesilvano Montesilvano

Crescita e dialogo le parole d'ordine dei progetti avviati dall'azienda speciale di Montesilvano

Ieri c'è stato un nuovo incontro programmatico fra l'amministrazione comunale e i dipendenti della macro struttura 4 dell'azienda speciale di Montesilvano

Nuovi incontri programmati fra i dipendenti dell'azienda speciale per i servizi sociali di Montesilvano, con la neo presidente Sandra Santavenere per pianificare il lavoro da svolgere nei prossimi mesi. In questo secondo incontro è stato coinvolto il personale operante nella macrostruttura 4, l'ufficio inclusione, accoglienza e integrazione. 

Il suo nuovo presidente Sandra Santavenere rimarca fortemente l’impegno sia dei dipendenti dell’azienda sia dell’amministrazione e illustra quelli che sono gli obiettivi da raggiungere attraverso una crescita, individuale e collettiva, e instaurando un proficuo e costante dialogo tra le varie strutture.

Dall'assistenzialismo al supporto della cittadinanza attiva. Questo è il grande obiettivo e la sfida che si prefigge l'azienda ed è ciò che si intende realizzare attraverso il potenziamento dei servizi al cittadino.  Un importante riferimento per il cittadino in difficoltà, è il punto inclusione sociale di via San Domenico 28. Il Comune di Montesilvano ricorda che lo sportello è aperto tutte le mattine dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e nei giorni martedì e giovedì anche dalle 15.30 alle 18.30.  Tra i servizi erogati, richieste relative alle risorse di base, ai servizi sociali, al mercato del lavoro e ai diritti necessari per partecipare alla vita economica, sociale e culturale.  Presenti anche progetti di integrazione Sai destinati ad adulti e minori non accompagnati. La presidente Santavenere:

"Questo incontro ha coinvolto il personale operante nella macrostruttura 4. I nostri progetti, in particolari quelli relativi ai sistemi di accoglienza e integrazione, costituiscono un'importante risorsa non solo per i soggetti accolti ma anche per la città che li accoglie e sono utili in termini di crescita  sociale, economica e culturale. In quest'ottica mi preme evidenziare l'importanza del ruolo dell'educatore nelle strutture di accoglienza per gli immigrati che  deve essere in grado di gestire tutte le problematiche ed è per questo che stiamo avviando specifici percorsi di formazione."

Il sindaco Ottavio De Martinis ha aggiunto: "La gestione dei migranti non può esaurirsi con l'accoglienza. Essa deve necessariamente essere soltanto l'inizio di un percorso ben strutturato e articolato, che si concluda con la loro effettiva integrazione. E solo in questa maniera che si contribuisce alla convivenza sociale e alla sicurezza, prevenendo il rischio che i migranti possano avere comportamenti devianti e invischiarsi nella criminalità."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crescita e dialogo le parole d'ordine dei progetti avviati dall'azienda speciale di Montesilvano

IlPescara è in caricamento