Domenica, 24 Ottobre 2021
Montesilvano Montesilvano

Ernesto De Vincentiis sulla Grande Pescara: "Bisogna evitare il commissariamento"

Il presidente del consiglio comunale di Montesilvano, riconosce alcuni valide ragioni che sono imprescindibili per l'area metropolitana pescarese con servizi condivisi

Contrario, ma non del tutto. Ernesto De Vincentiis vuole arrivare alla data ultima del 31 marzo 2020 per accelerare la pianificazione territoriale e urbanistica della nuova città metropolitana che sta per nascere, in maniera da poter stabilire in tempi rapidi quale dovrà essere il ruolo di Montesilvano nel nuovo contesto di collaborazione istituzionalizzata.

I servizi che dovranno essere condivisi con Pescara e Spoltore vanno dalla gestione dei rifiuti alla logistica del commercio, ciclo idrico, trasporto pubblico locale, approvvigionamento energetico, promozione turistica, gestione delle reti, tutela ambientale, servizi scolastici, servizi e politiche sociali. Rispettare i tempi, come previsto dalla normativa, significherebbe evitare la nomina di un commissario ad acta.

«La mia perplessità è che si stia perdendo del tempo prezioso dietro nomine e poltrone», confessa il presidente del consiglio comunale di Montesilvano, «anziché accelerare il processo di fusione, che a questo punto è auspicabile avvenga nei tempi naturali, cioè entro il 2022». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ernesto De Vincentiis sulla Grande Pescara: "Bisogna evitare il commissariamento"

IlPescara è in caricamento