rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Montesilvano Montesilvano

Filovia, M5S torna sulla questione delle barriere architettoniche

Il M5S torna sulla questione delle barriere architettoniche lungo il tracciato della Filovia, dopo le ultime dichiarazioni dell'assessore Cilli in merito ai costi riguardanti i lavori per la rimozione

Si torna a parlare del problema delle barriere architettoniche sulla Filovia. I consiglieri comunali del M5S, assieme al deputato Colletti, replicano alle recenti dichiarazioni dell'assessore Cilli.

"Come volevasi dimostrare, nel TGR Abruzzo delle ore 14.00 l'Assessore Cilli, il quale aveva ieri l’altro affermato di aver richiesto alla GTM la rimozione di tutte le barriere architettoniche rilevate sul tracciato dedicato, senza alcun coinvolgimento economico-patrimoniale per il Comune di Montesilvano, ha immediatamente smentito se stesso. Gli interventi da eseguire sull’intera estensione del percorso riservato al filobus, stimati poco onerosi per sminuirne la rilevanza tecnico-economica, sebbene privi della prescritta variante progettuale, sono viceversa di non agevole soluzione per l'assoluta mancanza di spazi idonei alla bisogna.

E' sorprendente, poi, che si voglia procedere con l'elettrificazione del tracciato proprio nel tratto compreso tra Viale Europa e Via Marinelli, dove – secondo quanto dichiarato ufficialmente dalla stessa GTM agli organi d’informazione - sarebbero più gravi le criticità strutturali rilevate dalla ditta specializzata che ha eseguito i relativi carotaggi sul fondo stradale: non a caso, la relativa relazione tecnica è tuttora “secretata”." dichiarano i grillini che chiedono all'assessore maggiore attenzione soprattutto rispetto all'azienda appaltante, la Balfour Beatty, in merito proprio ai lavori per l'abbattimento delle barriere.

"Alla luce di quanto detto, considerato che la Balfour Beatty Rail ha assunto responsabilità gravissime nella gestione dell’appalto che ci occupa, circa il notevole ritardo fin qui accumulato nell’ultimazione delle opere, la stessa non è di certo legittimata, per questo motivo, a pretendere alcunché in caso di motivata resistenza da parte del Comune di Montesilvano a firmare le ordinanze di concessione delle aree di propria pertinenza.

Le Associazioni, per proprio conto, eserciteranno ogni utile persuasione morale sulla Regione Abruzzo, affinché confermi la sospensione dei lavori già deliberata dal Comitato VIA il 23 ottobre 2012, nelle more che sia completato il procedimento di Screening di Via tuttora in fase “interlocutoria non concludente”, in conformità al dispositivo delle recenti sentenze del TAR Abruzzo nn.326/327 del 3 luglio scorso." concludono i grillini

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filovia, M5S torna sulla questione delle barriere architettoniche

IlPescara è in caricamento