menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ennesimo suicidio: imprenditore edile si impicca con i lacci delle scarpe

È vittima della crisi economica che lo ha portato a compiere l'estremo gesto. Originario di Città Sant'Angelo, 58 anni, divorziato e costretto a chiudere l'azienda, si era appoggiato presso l'abitazione di un conoscente in via Tasso a Montesilvano

Rientra a casa e trova l'amico morto suicida. La macabra scoperta è avvenuta nel vano dell'appartamento che ospitava un imprenditore edile rimasto senza lavoro e senza famiglia. Una serie di vicende negative lo hanno portato alla disperazione e in un momento di sconforto ha deciso che era meglio farla finita. Utilizzando le stringhe delle scarpe ha creato il cappio mortale, lasciandosi andare penzoloni da un palo di ferro fissato nel soffitto.

È vittima della crisi economica che lo ha portato a compiere l'estremo gesto. Originario di Città Sant'Angelo, 58 anni, divorziato e costretto a chiudere l'azienda, si era appoggiato presso l'abitazione di un conoscente in via Tasso a Montesilvano. La salma si trova attualmente presso l'obitorio di Pescara in attesa dell'autopsia che sarà effettuata dalla dottoressa Vecchi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento