menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesilvano: emergenza criminalità, il M5S chiede interventi immediati

Il M5S Montesilvano interviene in merito alla questione della sicurezza e criminalità dopo gli episodi avvenuti nei giorni scorsi. "La Giunta e il sindaco devono intervenire, favorire il controllo del vicinato"

Controlli efficaci e coordinati delle forze dell'ordine e vigili urbani, ma soprattutto stimolare i cittadini a forme di autovigilanza come il "Controllo del vicinato".

Sono le proposte avanzate dal M5S Montesilvano che interviene dopo i recenti episodi di criminalità avvenuti nella cittadina costiera. I pentastellati sottolineando come il sindaco Maragno in campagna elettorale aveva fra i punti cardine del suo programma la sicurezza, ma poi di fatto non avrebbe prodotto nulla di concreto fino ad ora per aumentare la tranquillità dei cittadini.

"Un problema così complesso come quello della sicurezza va affrontato utilizzando diversi strumenti, che da un lato vadano a promuovere la sicurezza urbana e dall’altro attenuino la percezione di insicurezza tra i cittadini, mediante interventi di tipo sia preventivo che repressivo. La nostra denuncia vuole impegnare Sindaco e Giunta ad elaborare una serie di interventi coordinati tra loro sul tema della sicurezza, in grado di fornire risposte concrete ed efficaci che trovino priorità nell’azione di governo, quali l’adesione a progetti che favoriscono la comunicazione e la collaborazione tra cittadini, al fine di contrastare azioni criminose e di evitare che intraprendano iniziative personali talvolta pericolose, quali ronde o similari. " dichiara il M5S che chiede un potenziamento della videosorveglianza notturna con sistemi ad infrarossi e soprattutto avviare il progetto del "Controllo del vicinato" con l'autorganizzazione delle famiglie e cittadini per ronde e turni di sorveglianza nei quartieri, come avviene già in molti Stati europei.

"Vorremmo che da tutto questo nostro impegno sulla Sicurezza a tutti (cittadini onesti e balordi, soprattutto per i secondi) arrivasse un messaggio chiaro: le nostre strade, le nostre piazze, i nostri borghi, i nostri quartieri non sono una terra di nessuno in cui chiunque può fare quello che vuole. I cittadini ci chiedono di difendere il loro diritto di rincasare tranquilla la sera, fare compere al mercato serenamente o di aprire un’attività economica senza per questo doversi sentire quotidianamente in prima linea" concludono i consiglieri pentastellati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento