rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Montesilvano Montesilvano

Carenze nel distretto sanitario di Montesilvano, la Asl replica a Pettinari (M5s)

L'azienda sanitaria locale di Pescara fornisce alcune precisazioni dopo le visita ispettiva del vice presidente del consiglio regionale, Domenico Pettinari del Movimento 5 Stelle

La Asl di Pescara fornisce alcuni precisazioni riguardo al nuovo distretto sanitario di Montesilvano in via D'Agnese dopo le situazioni di criticità segnalate dal vice presidente del consiglio regionale, Domenico Pettinari del Movimento 5 Stelle, in seguito a una visita ispettiva a sorpresa.
«Si ricorda», si legge in una nota dell'azienda sanitaria locale, «che il nuovo distretto di via d’Agnese a Montesilvano, struttura pubblica di 2.712 metri
quadrati per attività sanitarie e più di 5 mila metri quadrati di parcheggi, verde e zone pedonali, è entrato in funzione a regime il 9 agosto 2021 con l’attivazione di molteplici servizi amministrativi-sanitari in piena epoca pandemica e questo spiega anche i ritardi di consegna di materiali».

Questi i servizi/ambulatori attivi: Adi (assistenza domiciliare integrata), Pua (punto unico di accesso), Uvm (unità di valutazione multidimensionale), Cup, ufficio scelta e revoca del medico, autorizzazione per trasporto in ambulanza, rilascio esenzioni per patologia e reddito, rimborso vaccini. Inoltre c'è l'erogazione di prestazioni di: analisi di laboratorio (sala prelievi), cardiologia, ecografia, dermatologia, fisiatria, geriatria, ginecologia, neurologia, neuropsichiatria Infantile, oculistica, odontoiatria, ortodonzia, ortopedia e urologia. 

«Per quanto concerne gli arredi, le sedie, le scrivanie e il materiale in dotazione degli ambulatori e degli uffici», prosegue la Asl, «non sono stati trasferiti dalla vecchia sede, ma sono stati tutti acquistati appositamente per il distretto, dunque nuovi. È di questi giorni l’istallazione del nuovo riunito odontoiatrico. Per completare la dotazione strumentale, regolarmente programmata, si è in attesa di ricevere gli ecografi aggiuntivi e nuove attrezzature di oculistica. I macchinari in uso definiti “obsoleti”, che erano già in dotazione del distretto di corso Umberto I, vengono regolarmente verificati dall’ingegneria clinica e ritenuti idonei per le prestazioni da erogare. Si precisa, da ultimo, che gli spazi interni all’edificio, oggetto di concessione da parte del Comune, sono stati ritenuti idonei e congrui per le finalità d’uso e rispettano ogni normativa di legge. La direzione ringrazia infine il vice presidente regionale per l’attenzione rivolta costantemente alla Asl di Pescara».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenze nel distretto sanitario di Montesilvano, la Asl replica a Pettinari (M5s)

IlPescara è in caricamento