Dipendenti comunali senza buoni pasto a Montesilvano, da Pd e M5s arriva una dura presa di posizione

I due gruppi consiliari di opposizione si schierano a fianco dei lavoratori e chiedono una commissione Affari Costituzionali per la risoluzione del problema con il coinvolgimento dei sindacati

Personale insufficiente e dirigenti con carichi di lavoro eccessivi, stipendi che negli ultimi anni non hanno avuto adeguamenti e, in ultimo, la sospensione dei buoni pasto.
Sarebbero cinque mesi ormai che il ticket non viene consegnato ai dipendenti comunali di Montesilvano.

Un problema che non può essere giustificato con l'emergenza Covid, visto che le motivazioni emerse sono riconducibili a problemi di attivazione delle mail personali.

Si potrebbe ovviare con la consegna di un carnet cartaceo o con una più semplice risoluzione del sistema di posta elettronica. Sulla questione riguardante la riorganizzazione della macchina amministrativa si stanno muovendo i consiglieri comunali del Pd e del M5s che si appellano al presidente della commissione Affari Costituzionali, Feliciano D'Ignazio. Sulla questione sono stati coinvolte anche le varie forze sindacali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abruzzo zona rossa: ecco l'elenco delle attività che rimarranno aperte

  • Abruzzo zona rossa, ordinanza firmata: ecco i nuovi divieti previsti

  • Arriva da Montesilvano il primo gel igienizzante per le mani multiuso al 98% naturale

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • L'annuncio di Marsilio: "A breve firmerò l'ordinanza per la zona rossa in Abruzzo". La decisione sulle scuole

  • Ordinanza zona rossa falsa sui social, il chiarimento della Regione Abruzzo

Torna su
IlPescara è in caricamento