rotate-mobile
Montesilvano Montesilvano

Di Giampietro (Webstrade) sui cantieri e l'accessibilità agli spazi pubblici: "Troppe violazioni, serve un regolamento"

L'architetto Giuseppe Di Giampietro di webstrade.it interviene in merito ai problemi di accessibilità ai marciapiedi e agli ingressi di abitazioni private causati, spesso, dai cantieri stradali

L'architetto Giuseppe Di Giampietro, di webstrade.it e presidente del comitato Salina Marina Pp1, lancia una proposta in merito alla gestione dei cantieri stradali e ai problemi causati per l'accessibilità ai marciapiedi e agli ingressi di abitazioni private:

"Di nuovo abbiamo dovuto segnalare irregolarità nella gestione dei cantieri edili e stradali, con recinzioni di cantiere che occupano marciapiedi e tolgono l'accesso a pedoni e utenti deboli della strada (anziani, bambini, diversamente abili in carrozzina, mamme con passeggino), con problemi di sicurezza stradale. A Montesilvano, il cantiere Pnrr in via D'Andrea, ha bloccato per alcuni giorni marciapiedi e accessi ai residence privati che si affacciano sulla via, del grande cantiere contestato di viale Alberto D'Andrea

A Pescara, il cantiere di demolizione e ricostruzione dell'hotel Carlton sulla riviera in centro città, ha occupato tutto il marciapede ovest della riviera, senza prevedere percorsi protetti per i pedoni, nè attraversamenti sicuri della strada, nonostante la presenza in adiacenza di una chiesa, frequentata da famiglie e anziani."

Di Giampietro ha aggiunto:

"Abbiamo fatto delle segnalazioni all'ispettorato territoriale del lavoro di Chieti-Pescara, via pec e al sindaco e polizia Locale di Pescara (protocollo@pec.comune.pescara.it), chiedendo di controllare nel piano di sicurezza e coordinamento del cantiere, l'esistenza delle idonee indicazioni a protezione della sicurezza stradale e del lavoro, dell'accessibilità degli spazi pubblici da parte degli utenti deboli della Strada, della protezione delle aree di cantiere.  Vista la frequenza di situazioni analoghe nell'area pescarese, forse è il caso di pensare, anche in vista di Nuova Pescara,  alla redazione e diffusione di un Regolamento viario tipo (allegato dei Piani urbani del traffico, per la sicurezza stradale) o ad un'integrazione del Regolamento edilizio tipo, con indicazioni precise e generalizzate sulla gestione delle interferenze dei cantieri, la sicurezza stradale, l'accessibilità, sicurezza e adeguatezza degli spazi pubblici. Una forma di cittadinanza attiva e di partecipazione alla costruzione della nuova città accessibile, sicura, aperta per tutti.

carlton

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Giampietro (Webstrade) sui cantieri e l'accessibilità agli spazi pubblici: "Troppe violazioni, serve un regolamento"

IlPescara è in caricamento