Domenica, 20 Giugno 2021
Montesilvano

Deleghe ai consiglieri comunali, la replica di Forconi: "Studiate le carte prima di parlare"

Il consigliere delegato alla sicurezza e all'edilizia residenziale risponde ai gruppi di opposizione spiegando i reali ed effettivi incarichi dei consiglieri incaricati dal sindaco, del tutto attinenti alla disciplina del Tuel

Il consigliere delegato alla sicurezza e all'edilizia residenziale Marco Forconi, come nel suo stile, non ha perso tempo e risponde per le rime alle critiche mosse dai gruppi di opposizione riguardo alle deleghe assegnate ai consiglieri comunali.

Ecco le sue parole: "Chi parla a vanvera farebbe bene a leggere meglio l'art. 6 del decreto legislativo n° 267/00 facente riferimento alla disciplina statutaria dell'ente locale. La delega, cosiddetta interorganica, è ammissibile nella misura in cui il consigliere abbia incarichi di studi su determinate materie e di compiti di collaborazione, senza per questo adottare o prendere iniziative di gestione che spettano agli organi burocratici".

"I consiglieri incaricati dal sindaco non hanno mai promosso atti esterni deliberativi - prosegue Forconi - ma il loro compito, e dunque anche il mio, è stato sempre quello di proporre atti interlocutori per il sindaco e la giunta. Trovo la convocazione della commissione di garanzia un atto illegittimo che comporta solo uno sperpero di denaro pubblico da segnalare alla corte dei conti", conclude Forconi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Deleghe ai consiglieri comunali, la replica di Forconi: "Studiate le carte prima di parlare"

IlPescara è in caricamento