menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Concluso il questionario "Montesilvano Sicura": l'immigrazione irregolare è il problema minore

Diffusi i risultati. Problemi più rilevanti: degrado, microcriminalità e droghe. Ora l'amministrazione prenderà spunto da queste indicazioni per indirizzare gli interventi da attuare nel 2021 per migliorare la vita dei cittadini

Sono stati 248 i montesilvanesi che hanno risposto al questionario sulla sicurezza in città. Gli interpellati hanno un'età compresa tra i 46 e i 60 anni, molti dei quali residenti nel quartiere Villa Verrocchio. Un campione piuttosto significativo che è stato preso come fattore di rilevamento per conoscere il pensiero della cittadinanza in merito alle problematiche che maggiormente affliggono il territorio locale.

Dai risultati raccolti grazie ai tirocinanti del dipartimento di scienze giuridiche e sociali dell’università d’Annunzio di Chieti-Pescara, è emerso che il degrado urbano sia la principale fonte di criticità generale, quasi al pari della microcriminalità e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Meno sentito il problema degli immigrati irregolari che non rappresentano un fenomeno tale da destabilizzare la vita quotidiana.

"È bene comunque precisare - fanno sapere dall'Ateneo - che il questionario è uno strumento neutro che ha lo scopo di rilevare opinioni e percezioni e non può essere giudicato attribuendo un giudizio di valore".

Sulla nota domanda, cosiddetta "incriminata", la spiegazione è presto detta: "Un questionario può presentare il rischio di desiderabilità sociale nella formulazione di alcune domande ma non è questo il caso. Il quesito relativo alla presenza degli immigrati clandestini è stato posto per rilevare una associazione di idee riconducibile al un senso di illegalità e insicurezza. La rilevazione sul punto specifico è atta a far emergere il punto di vista, anche eventualmente razzista, degli intervistati. I dati raccolti dalle risposte al questionario non sono rappresentativi dell’intera popolazione, ma sono meramente indicativi di uno stato di cose o di una percezione indicativamente diffusa e servono a preparare, utilizzando il metodo della democrazia deliberativa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento