Montesilvano

Cucciolo di cane gettato in un cassonetto dei rifiuti a Montesilvano

Il gesto barbaro è stato commesso da ignoti in via Cavallotti. Il cagnolino, sprovvisto di microchip, recuperato dagli agenti della Polizia locale in un contenitore per la differenziata

Era già successo qualche settimana fa a Montesilvano, con alcuni cagnolini appena nati che furono salvati da morte certa dopo essere stati abbandonati in uno scatolone tra i rifiuti.
L'episodio si è ripetuto, stavolta in via Cavallotti all'altezza del civico 38.

Nel cassonetto adibito alla raccolta della carta, gli agenti della polizia locale, coordinati dal tenente Nicolino Casale, hanno recuperato un meticcio di circa un mese che qualche sconsiderato ha gettato tra i cartoni.

Il cagnolino è in buone condizioni ed è stato affidato a una famiglia del vicinato che si è offerta di adottarlo. Si cerca di risalire ai responsabili del vile gesto, anche se l'animale è sprovvisto di microchip. Quello commesso da ignoti è un reato penale punibile con un anno di reclusione e multa fino a 10mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cucciolo di cane gettato in un cassonetto dei rifiuti a Montesilvano

IlPescara è in caricamento