Venerdì, 30 Luglio 2021
Montesilvano

Cori folkloristici sul palco del premio "Cesare De Titta"

Il quarto appuntamento conclusivo della rassegna è stato caratterizzato dall'allegria manifestata dai suonatori di organetto. Premiato il Maestro Gianfranco Onesti

La tradizione abruzzese valorizzata attraverso la cultura popolare e la poesia dialettale.
Sono queste le finalità del premio intitolato a Cesare De Titta, storico cantore originario di Roccascalegna, che il Comune di Montesilvano ha voluto inserire nell'ambito della terza rassegna folkloristica organizzata con la collaborazione di tutto lo staff direttivo e musicale del coro "Madonna del Carmelo", diretto dal Maestro Gianfranco Onesti.

È stato proprio il direttore dell'orchestra montesilvanese a meritarsi la targa commemorativa.

Nel corso della serata conclusiva che si è svolta in viale Europa, si sono esibiti i simpatici suonatori di organetto, meglio conosciuto dalle nostre parti con l'appellativo di "ddu bott", facenti parte del gruppo Cme Folk Nuovi Accordi di Giulianova, diretto dal maestro Armando Ianni. Spazio anche al coro "Aniello Polsi" da Vasto, con la direzione di Marilena Lucci e l'accompagnamento della fisarmonicista Diana Boboro, e il coro Acli di Chieti, diretto dalla stessa Baboro e accompagnato da Amalia e Alessandra Zappacosta, con il maestro Surricchio al basso. 

«Il premio Cesare De Titta», spiega Carmine Di Donato, «è stato da me organizzato come appassionato della tradizione abruzzese nella cultura folkloristica espressa in tanti modi nella musica e nella poesia». Del coro "Madonna del Carmelo - Città di Montesilvano" fanno parte anche Gianni Scannella alla fisarmonica e Filippo Piselli alle tastiere. Tra canti e balli tradizionali, la kermesse ha avuto il suo epilogo con la lettura di versi del poeta Emanuele Talone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cori folkloristici sul palco del premio "Cesare De Titta"

IlPescara è in caricamento