Martedì, 27 Luglio 2021
Montesilvano

Controlli sulle affissioni abusive, la replica di Cordoma: "Non spettavano a noi le verifiche"

L'ex sindaco di Montesilvano si difende dalle accuse mosse dalla Corte dei Conti in merito al danno all'Erario da 100 mila euro per i mancati controlli sulle affissioni pubblicitarie

"Non spettava a noi il controllo sul campo". L'ex sindaco di Montesilvano Pasquale Cordoma, replica alle accuse riguardanti il presunto danno all'Erario da 100 mila euro causato dai mancati controlli sulle affissioni pubblicitarie in città e le relative tasse da incassare.

Cordoma, sindaco dal 2007 al 2012, ha sottolineato come la sua giunta non solo si sia impegnata a riparare gravi situazioni debitorie ereditate, ma è anche intervenuta modificando alcuni regolamenti, come quello sulle insegne.

"Il controllo era ed è demandato agli uffici e ai dirigenti, che hanno il preciso compito di far rispettare e osservare le regole. Il compito della politica finisce quando consegna a costoro i mezzi per poter lavorare e operare, perché né il sindaco né tantomeno gli assessori o i consiglieri potevano o possono controllare se i cittadini paghino o meno i tributi o le multe o altri tipi di imposte." ha dichiarato l'ex primo cittadino, aggiungendo che nelle sedi opportune saranno portati documenti a supporto di questa tesi.

Cordoma però polemizza anche con l'attuale primo cittadino, che lo aveva attaccato proprio in merito alla vicenda relativa all'inchiesta della Corte dei Conti.

"Al sindaco Maragno sfugge che in quel tempo la città si dotò, tramite il nostro lavoro, di un nuovo piano insegne, lo stesso tuttora vigente, perchè da uomo di centrodestra (cosa della quale nutro forti dubbi) era troppo impegnato  in un'opposizione violenta quanto sterile, proprio contro quel centrodestra che successivamente lo ha eletto e che rispettava la legalità sopra ogni cosa.
A lui auguro di non doversi trovare in difficoltà con la Corte dei Conti, quando l'Ente dovrà risarcire la ditta delle ex costruende scuole dai danni provocati dall'interruzione dei lavori, lavori che da consigliere comunale osteggiò sempre."
aggiunge l'ex sindaco, che accusa l'attuale amministrazione di essere incapace di prendere decisioni per la città.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli sulle affissioni abusive, la replica di Cordoma: "Non spettavano a noi le verifiche"

IlPescara è in caricamento