rotate-mobile
Montesilvano Montesilvano

Montesilvano, condominio senz'acqua: l'amministratore vìola i sigilli dell'Aca

L'amministratore di condominio del palazzo nel quale l'Aca ha interrotto il servizio idrico per morosità, ha violato i sigilli con l'aiuto di un idraulico

Ha deciso di commettere un reato, violando i sigilli apposti dall'Aca che ha bloccato la fornitura idrica per morosità. L'amministratore di condominio del palazzo di via Verdi 8 a Montesilvano dove da diversi giorni la portata è stata drasticamente ridotta a causa di un debito di 802 euro contratto da un vecchio inquilino, Miria Pierdomenico, ha deciso di violare i sigilli che sono stati rimossi con l'aiuto di un idraulico.

Secondo l'amministratore, l'Aca aveva di fatto interrotto l'erogazione invece di ridurre la portata, comunicando la decisione con una raccomandata e con un cartello sul contatore:

L'Aca dovrebbe garantire 50 litri a persona e quindi parliamo di una operazione arbitraria. La normativa impone che loro agiscano nei confronti dei morosi, ma siccome questo non è stato fatto, siamo di fronte ad un reato e per questo io oggi commetterò a mia volta un reato, violando i sigilli apposti

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesilvano, condominio senz'acqua: l'amministratore vìola i sigilli dell'Aca

IlPescara è in caricamento