rotate-mobile
Montesilvano Montesilvano

Molestavano i vicini di casa con insulti e soprusi, condannata coppia di Montesilvano

La sentenza del tribunale di Pescara condanna a un anno a testa di reclusione i due che si sarebbero resi responsabili di condotte ritenute esagerate

Una coppia è stata condannata dal tribunale di Pescara per le molestie e i soprusi che sarebbero stati perpetrati nei confronti dei loro vicini di casa.
I fatti sarebbero iniziati più di 10 anni fa quando la coppia acquistò un appartamento nell'immobile in questione a Montesilvano.

Da quel momento i due avrebbero iniziato a rendere impossibile la vita a coloro che abitano al piano superiore.

Molestie, soprusi e altro, come lanci di secchi d'acqua, che hanno portato prima a una denuncia e poi a un processo per il reato di stalking con le vittime assistite dall'avvocato Paolo Sardini. E nei giorni scorsi è arrivata la sentenza del tribunale con una condanna a uno a testa per marito e moglie che erano stati mandati direttamente a giudizio dal pm (pubblico ministero) Fabiana Rapino. E il giudice Marina Valente ha deciso per la condanna considerando le continue vessazioni e minacce che la coppia avrebbe messo in atto nel corso del tempo cagionando uno stato di ansia continuo. 

La moglie, lo scorso gennaio ha anche rimediato una condanna conseguente a una denuncia presentata dal legale Sardini che l'estate scorsa venne aggredito nel corso di un sopralluogo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molestavano i vicini di casa con insulti e soprusi, condannata coppia di Montesilvano

IlPescara è in caricamento