È un ex dipendente comunale di Pescara l'uomo morto dopo un malore in moto a Montesilvano

Si chiamava Bruno Scevola e avrebbe dovuto compiere 69 anni

Bruno Scevola (foto agenzia funebre Aeterna))

È un ex dipendente comunale di Pescara, come riferisce "Il Centro" l'uomo che ieri pomeriggio, mercoledì 19 agosto, è morto in via Massimo D'Antona a Montesilvano dopo aver accusato un malore fatale mentre era in sella al suo scooter.
Si chiamava Bruno Scevola e avrebbe dovuto compiere 69 anni.

Scevola, dal 2018, gestiva anche uno dei 30 orti sociali creati dal Comune di Montesilvano.

Il 68enne ha accusato un malore mentre in sella al suo scooter a poca distanza da via Senna dove viveva con la moglie Lucia. Ha accostato il veicolo e si è accasciato al suolo. Purtroppo non c'è stato modo di rianimarlo. Lascia anche la figlia Barbara. 
Le esequie sono in programma oggi pomeriggio, giovedì 20 agosto, nella chiesa Beata Vergine del Carmelo (Villa Carmine-Chiesa grande) alle ore 16 muovendo dall'abitazione di Scevola. 

(foto agenzia funebre Aeterna)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

Torna su
IlPescara è in caricamento